mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: i consiglieri di Insieme per Coriano
di Redazione   
lettura: 2 minuti
mer 15 ago 2018 08:59
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

E’ un’aspra critica nei confronti della gestione degli impianti sportiva quella che i consigliere di minoranza di “Insieme per Coriano” rivolgono all’amministrazione comunale.

Avevamo ragione a denunciare una forte preoccupazione sul futuro della pratica sportiva a Coriano – scrivono -. Dopo la delibera di Consiglio comunale di giugno con cui venivano indicate le linee guida, ma soprattutto l’imbarazzante cifra di € 25.620,00 (comprensivi di IVA)  che l’amministrazione aveva deciso di investire per la gestione di tutti gli impianti sportivi del territorio corianese, oggi con la determina del 9/8  si legge che viene fatta una ricerca di soggetti interessati alla gestione temporanea degli impianti sportivi con la sola esclusione del campo di Mulazzano,  un disperato tentativo per per scongiurare la disastrosa possibilità che dal 1 di settembre gli impianti sportivi corianesi restino chiusi.

É inaccettabile questo grossolano errore dell’amministrazione che ha sbagliato i tempi (il mandato della junior scade il 31/8) una sottovalutazione che metterà a rischio la continuità di un lavoro costruito negli anni“. 

Da mesi a Coriano si parla, anche se sottovoce, del fatto che vi sia il rischio che l’eredità lasciataci da Cece possa perdersi proprio dietro a questo bando. Un’eredità che non é solo di carattere affettivo per la comunità, ma porta con sè numeri con un forte impatto sociale. Sono infatti più di 400 i bambini che fanno attività sportiva grazie all’impegno e all’investimento dei volontari di quella grande famiglia che è la Junior. Sempre nel rispetto della norme e della trasparenza sosteniamo sia un dovere tutelare questo importante patrimonio di grande valore per la nostra comunità

Vero é che la politica é fatta di scelte e quello che stiamo vedendo non può essere condiviso, questa amministrazione spende 5000 euro  per un giornalino di sola propaganda, € 40.000 per dei pannelli informativi,  € 1200 per l’acquisto di 12 libri di scarso valore utili probabilmente solo per una trasferta romana del sindaco, trova velocemente  15.000 euro per “salvare” il Sicday e, oggi con maggiore forza insistiamo sull’inutilità dello staff del sindaco e alla figura del Presidente del Consiglio  (inteso come figura e non riferito alle persone), figure che hanno un costo per la comunità, quindi in carenza di risorse oltre alle spese sopra elencate non sarebbe stato meglio che i circa 35000 euro all’anno che spendiamo per loro fossero stati spesi per lo sport? Per noi si”. 

Leonardi, Innocentini, Paolucci e Talacci

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna