martedì 18 dicembre 2018
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
mar 12 giu 2018 08:20
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Recupero degli alimenti prodotto in eventi, meeting e manifestazioni, per donarlo a chi ha bisogno. “Food for Good” Il progetto di “Federcongressi&eventi”, avviato nel 2016 in fase sperimentale nel Palas riminese e a cui ha aderito dallo scorso anno anche “Al Mèni”, diventa esempio europeo nella lotta allo spreco alimentare. Raccolti e donati all’Opera Sant’Antonio di Rimini oltre di 21 mila pasti e più di 1 tonnellata e mezza tra pane e frutta.

Il Palacongressi era stato il primo dei centri congressuali italiani a avviare la fase di sperimentazione del progetto “Food For Good”. Dal mese scorso è entrato tra le best practice presenti nel protocollo dell’Unione Europea sul contrasto a perdite e sprechi alimentari.

Un obiettivo raggiunto anche grazie alla scelta di aderire al progetto di decine di organizzatori, imprese o associazioni, che hanno realizzato eventi al Palacongressi. Ognuna di loro ha, infatti, concordato con gli chef di Summertrade (società di catering e banqueting IEG), la proposta di menù “Second Life” in grado di essere consumati, grazie a un adeguato trattamento e processo di conservazione in linea con il protocollo di legge, nelle 24 ore successive alla manifestazione congressuale.

Notizie correlate
di Redazione
di Simona Mulazzani
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna