lunedì 16 settembre 2019
menu
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 14 mag 2018 17:46 ~ ultimo agg. 18:28
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Circa 11mila presenze per #13 Matrioska Lab Store che per tre giorni ha fatto vivere gli ex magazzini Enel di via Destra del Porto con le proposte creative di 72 manu-fatturieri e lo street food. Il “centro di creatività permanente”, come lo ha definito il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, ha richiamato pubblico in prevalenza romagnolo, e a seguire dalle Marche e dall’Emilia.

Tra le proposte quella del Pacha Mama, che ha portato agli ex Magazzini Enel l’artigianato equo e solidale del Vietnam e dell’India, a Ducale 54 e Laboratorio Olfattivo, che a Matrioska hanno voluto presentare i loro Profumi per Rimini, dalla Caritas di Rimini e il progetto Sprar, i cui ragazzi hanno partecipato all’allestimento, alla street art di Enko e Jodypinge.

Buoni risultati anche per gli appuntamenti più storici: dall’affollatissimo Doposcuola della compagnia Le Pupazze, alla pista per piccoli ciclisti de I Meccanici Rimini fino ai laboratori dell’Accademia, che hanno permesso a decine di visitatori di tornare a casa con prodotti non solo unici, ma realizzati con le loro mani.

Il prossimo appuntamento con Matrioska Lab Store sarà l’incursione ad Al Mèni, il circo-mercato di cose fatte con il cuore e con le mani, in programma il 23 e 24 giugno in piazzale Fellini a Rimini.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna