venerdì 18 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 2 minuti
ven 11 mag 2018 13:17 ~ ultimo agg. 18:34
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Era salito alla ribalta delle cronache già nell’ottobre scorso il minimarket di viale Vespucci che gli operatori della Polizia municipale hanno che nuovamente colto sul fatto e sanzionato per la violazione delle norme che regolano la vendita di alcol sul territorio comunale.

Nonostante i precedenti verbali che lo scorso anno portarono in ben due occasioni alla chiusura dell’attività i titolari sono stati nuovamente sorpresi e sanzionati per aver venduto birra dopo la mezzanotte ed averla venduta in bottiglie di vetro. Due violazioni che hanno comportato una sanzione di 6666 euro la prima, quella relativa all’orario,  e 1032 la seconda, in violazione al Regolamento di Polizia urbana che ne vieta la vendita dopo le ore 22.

Per questo comportamento l’esercente sarà nuovamente segnalato dalla Polizia municipale alla Prefettura che potrà così valutare la possibilità d’applicare ancora una volta oltre alla sanzione pecuniaria quella accessoria che prevede la chiusura del locale e la sospensione dell’attività.

Un comportamento che aveva portato già agli inizi d’agosto dello scorso anno Questore e Prefetto a disporre la sospensione dell’attività del minimarket per 15 giorni e, alla luce di successive sanzioni per la vendita di alcol a minorenni contestate all’esercizio, ancora a settembre, questa volta per ben due mesi. Il titolare dell’autorizzazione aveva pensato di eludere il provvedimento con uno stratagemma: il subentro nella titolarità del minimarket da parte della moglie convivente. Ma i nuovi controlli da parte della Polizia Municipale dimostrarono che nella gestione del minimarket fosse sempre presente il precedente titolare e non la moglie subentrata solo formalmente nella titolarità dell’esercizio.

Oltre a quello di viale Vespucci nel weekend la Polizia municipale ha sanzionato anche un minimarket di viale regina Elena per vendita di alcol dopo la mezzanotte.

Commenta l’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad: “Noi non demordiamo anche di fronte a comportamenti reiterati il cui unico pregio è quello di dare il senso di quanto sia difficile e complesso raccogliere risultati per reprimere comportamenti disonesti, e soprattutto di quante energie sia necessario spendere per ottenere ciò che la legge dispone. La vendita di alcol a minori o fuori dagli orari consentiti è una cosa odiosa, dagli effetti sociali devastanti specie sui più giovani e sulla repressione di questi comportamenti sleali e disonesti saremo costantemente presenti.”

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna