martedì 15 gennaio 2019
In foto: la sede di via Marecchiese
di Redazione   
lettura: 1 minuto
gio 22 mar 2018 17:01
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il Tribunale di Rimini, nell’udienza di oggi, ha deliberato che la Banca Valmarecchia, ora RiminiBanca, nella persona del suo Legale Rappresentante Fabio Pula, ha agito con onestà e correttezza in relazione a un caso di presunta applicazione di tassi usurari. L’accusa è stata rigettata perché “il fatto non sussiste”.

La stessa Pubblica Accusa, in sede di indagini preliminari, aveva richiesto l’archiviazione. Il Tribunale, a conclusione del dibattimento e analizzate le risultanze dei periti incaricati, recependo la stessa richiesta di assoluzione formulata nuovamente dal Pubblico Ministero, ha accertato il corretto operato dell’Istituto di credito.

“Si conclude definitivamente un’annosa vicenda che ha visto ingiustamente coinvolti per anni RiminiBanca e con essa il nostro Presidente”, ha dichiarato il Direttore Generale di Rimini Banca, Gianluca Conti.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna