sabato 20 luglio 2019
menu
In foto: uno dei cani antiodroga della Polizia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
sab 31 mar 2018 14:41 ~ ultimo agg. 1 apr 16:54
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Proseguono i controlli della Polizia di Stato nelle zone “calde” dello spaccio nella città di Rimini. Al setaccio, dopo alcune segnalazioni,  la stazione, la zona di San Giuliano e quelle più a sud, oltre ai parchi.

Giovedì sera gli agenti, impegnati in un controllo nei pressi della rimessa per le biciclette a pochi metri dall’ingresso della stazione, hanno trovato, grazie al fiuto del cane antidroga  Jago, oltre mezzo etto di hashish e marijuana nascosto in un cespuglio.

Ieri (venerdì) intorno alle 16.30 sempre Jago nella zona retrostante lo scalo ferroviario ha fiutato a terra tra le pietre diversi grammi di hashish già pronta per lo spaccio.

Altri grami della stessa sostanza sono stati ritrovati un paio d’ore più tardi  all’altezza del gazebo che si trova all’ingresso del Parco Cervi.

Infine oggi (sabato) il cane antidroga Barack ha scovato nella vegetazione che si arrampica su un albero all’ingresso del parco XXV aprile una busta con circa un etto di marijuana.

L’attività della Polizia ha anche permesso di denunciare tre persone per inosservanza alle norme relative al soggiorno sul territorio nazionale – avviando le pratiche per la loro espulsione dal territorio nazionale – ma anche per porto abusivo di armi. 150 invece le persone identificate.
Durante i posti di controllo sono stati fermati 80 veicoli ed elevati molteplici verbali per violazioni del codice della strada.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna