giovedì 24 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto 1.014 visite
mer 28 feb 2018 16:44 ~ ultimo agg. 16:50
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.014
Print Friendly, PDF & Email

L’aumento della tassa di soggiorno a Riccione scatterà dal primo maggio e non dal primo marzo come inizialmente previsto. Lo ha deliberato questa mattina la giunta comunale dopo l’accordo trovato con le associazioni di categoria. Anche la relativa rendicontazione bimestrale scatterà dalla stessa data. La giunta ha anche previsto di rimodulare la tariffa riguardante le strutture ricettive all’aria aperta: la previsione era di 0,90 euro per 7 pernottamenti non consecutivi che viene modificata in 0,60 euro per 10 pernottamenti non consecutivi.

Come stabilito in sede di approvazione di bilancio, abbiamo immediatamente aperto un tavolo di confronto con tutti i soggetti interessati – afferma il sindaco Renata Tosida cui è scaturito il provvedimento approvato questa mattina. Il nostro modus operandi, come abbiamo fin qui dimostrato, fa perno sull’ascolto e sul coinvolgimento e a questo proposito colgo l’occasione per ringraziare per la collaborazione costruttiva coloro che hanno fatto con noi questo percorso, che proseguirà anche in futuro così da dare risposte pronte ed efficienti alle esigenze reali espresse dai vari portatori di interesse e allo sviluppo economico della città”.

Nel documento di bilancio è stato previsto un aumento della tassa di soggiorno in via sperimentale di circa il 30% (nessun aumento per gli hotel a 1 e 2 stelle, 0,3 euro al giorno di aumento per gli hotel a 3 stelle, 0,5 euro per quelli a 4 stelle).

 

Altre notizie
di Redazione
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna