Angelina: la paura per quelli che “portavano via i bambini”

Era  una bambina quando la guerra arrivò,  gli eventi bellici legati alla Linea Gotica la segnarono profondamente.

Angelina, classe 1933, ricorda molto bene quando le bombe cominciarono a devastare Rimini. Da qui arrivarono moltissime persone che cercarono riparo a Montescudo e furono accolte dalla popolazione locale. Già qualche tempo prima che tutto ciò iniziasse, però, sentiva raccontare di bambini portati via dalle loro famiglie. Il prete di Trarivi ogni sera, dopo mangiato, si recava nelle case: si fermava a parlare con loro e raccontava quello che apprendeva alla radio. Angelina ascoltò proprio da lui storie terribili  di famiglie divise,  deportate, di bambini strappati alle loro madri. Lei aveva circa dieci anni allora, non sapeva chi fossero gli ebrei ed ha vissuto anni con la paura che una notte, prima o poi, qualcuno sarebbe arrivato a separarla dai suoi cari.

Morte e distruzione segnarono la sua famiglia: numerosi sono i lutti di cui racconta. Al tempo del passaggio della Linea Gotica erano stati scavati nel terreno piccoli rifugi, affollati di persone: suo nonno morì in uno di questi, colpito da una scheggia.

Di questa intervista colpisce, in particolare, un aspetto: la compassione e la misericordia per i defunti. Angelina rievoca l’immagine di un giovane soldato morto: guardandolo la madre di lei pensò immediatamente al dolore che avrebbe colto un’altra famiglia, chissà in quale paese,  per il triste destino di quel figlio.

 

Guarda l’intervista:

Angelina Rinaldi,  Trarivi di Montescudo-Monte Colombo:

 

Guarda il promo del progetto:

 

Gli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale connessi alla Linea Gotica Orientale hanno segnato profondamente la storia del territorio della Valconca. Oggi questa memoria viene raccolta e trasmessa alle giovani generazioni grazie al web.

Su www.memorielineagotica.it potrete conoscere i protagonisti del progetto “Memorie dalla linea gotica orientale”, promosso dai Comuni di Montescudo–Monte Colombo, Gemmano, Montegridolfo e San Clemente, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Sono 16 storie raccontate da 16 testimoni, bambini o poco più, nella fatidica estate del 1944, durante gli ultimi giorni di battaglia prima della ritirata tedesca: le interviste verranno pubblicate in questo spazio e sul sito sopra menzionato fino a metà marzo.

 

 

Cristina Gambini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454