lunedì 17 dicembre 2018
In foto: Loris De Paola nella sua Santarcangelo
di Icaro Sport   
lettura: 3 minuti
mer 5 lug 2017 22:43 ~ ultimo agg. 6 lug 23:57
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

300 km: è la distanza che separa Rimini da Viareggio, famosa località di mare sul Tirreno unita idealmente in questa avventura coast to coast al capoluogo balneare per eccellenza, Rimini. Una distanza che Loris De Paola percorrerà tutta a piedi, anzi di corsa, nell’arco di sei giorni, da domenica 9 luglio.

Si tratta della nuova impresa che vedrà protagonista l’atleta clementino: De Paola partirà da Rimini, dal Club Nautico e alla presenza delle autorità riminesi, a partire dall’assessore alla Scuola ed educazione Mattia Morolli, dalla delegazione di RiminiAil e dai sostenitori, domenica 9 luglio (l’impresa è inserita nell’ambito degli eventi della “Notte Rosa”) alle ore 10.30. De Paola illustrerà ai presenti i motivi che lo hanno spinto ad affrontare questa avventura. Poi via, di corsa, verso Viareggio, in sei tappe, con una media di 40-45 km al giorno.

Perché Viareggio? De Paola si farà accompagnare in questa nuova impresa dallo slogan “Correre per Sperare”. L’ultramaratoneta porterà con sé nel cuore la mamma Brigida Gallo (prematuramente scomparsa a causa di una forma di leucemia) e gli amici di RiminiAIL, l’Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma, ai quali “dedica” questa nuova fatica.

Durante il tragitto, De Paola indosserà infatti una speciale maglietta realizzata per l’occasione da RiminiAIL. Grazie alla collaborazione della professoressa riminese Nives Cuttin e del dottor Eduardo Pinto, presidente di RiminiAIL, sono stati contattati tutti i presidenti delle sezioni AIL che De Paola incontrerà lungo il tragitto. La onlus accoglierà il podista nelle tappe di Forlì, Firenze, Pistoia, Lucca, dove sono previsti anche scambi reciproci di doni.

Loris De Paola sarà affiancato nella sua lunga corsa da un altro santarcangiolese, l’amico Matteo Gabrielli, di 42 anni, che lo seguirà in bicicletta, insieme a Emanuele Scarzelletti, videoperatore.

Non è la prima volta che il 43enne di Santarcangelo (è nato il 12 agosto 1974) è protagonista di imprese. De Paola è l’unico riminese ad aver terminato la Atena-Sparta, la più lunga omologata ultramaratona del mondo, 246 km. Nel 2015, ha percorso Santarcangelo-Roma in occasione dei 10 anni della beatificazione di Alberto Marvelli, portando in dono a Papa Francesco la speciale maglietta del “beato della carità” stampata per l’occasione. Nel 2016 corse invece per quasi 500 km fino a San Giovanni Rotondo, terra di San Pio da Pietrelcina, di cui era molta devota la mamma Brigida.

Anche in questo caso, come nei precedenti, la motivazione che muove i piedi, le gambe e il cuore di Loris non è esclusivamente sportiva. “Correrò per tutti coloro che affrontano la malattia e per le loro famiglie, e per tutti quelli che necessitano di speranza e di sostegno” assicura l’ultramaratoneta clementino.

De Paola, commesso presso il supermercato A&O dei f.lli Lombardi della sua città (che è anche lo sponsor di questa impresa, insieme a Spiagge Network Rimini, Oscar&Luca autosalone Santarcangelo, PB distributori, Fisiokinetica, Nanni attrezzature balneari), si sta allenando intensamente da mesi, sotto gli occhi del suo staff. Ha percorso una media di 20 km al giorno, per arrivare in perfetta forma a questa corsa di solidarietà,e affrontato di recente gare come la Nove Colli, la Deplhi-Platea-Delphi (215 km) e la Pistoia-Abetone (50 km, tutti in salita).

L’arrivo a Viareggio è previsto venerdì 14 luglio, alle ore 12.30: qui dove sarà accolto in forma ufficiale dall’Amministrazione Comunale capitanata dall’assessore al Welfare Gabriele Tomei e dalla delegazione Ail di Viareggio. De Paola consegnerà all’Amministrazione viareggina un omaggio dell’Amministrazione comunale riminese: un lettino da spiaggia personalizzato con logo RiminiAil. Al rientro in Riviera, il “podista della speranza” è atteso sabato 15 luglio, in occasione dell’Itaca Day di RiminiAil: l’associazione festeggerà Loris e la sua nuova impresa.

La corsa di Loris potrà essere seguita su ogni supporto massmediale, a partire dalla pagina FB “Correre per Sperare”, con dirette e commenti quotidiani sul social network.

“Mi piacerebbe che al mio fianco potessero correre, eventualmente anche per brevi tragitti, tante persone. E tutte per spingere Ail e la speranza” è l’augurio di Loris De Paola.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna