sabato 19 gennaio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
lun 10 lug 2017 11:15 ~ ultimo agg. 11:22
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Storica medaglia d’oro per la sezione Tuffi della Polisportiva Riccione alla finale nazionale del Trofeo Esordienti C2 – C3 che si è disputata sabato e domenica a Mantova. Aurora Anniballi fa salire per la prima volta Riccione sul gradino più alto del podio della competizione categoria C3 dopo 13 anni dalla nascita della sezione Tuffi, conquistando il primo posto nella gara dal trampolino di 3 metri. Ma le soddisfazioni non finiscono qui perché nella seconda giornata di gare arriva anche l’argento con Nicholas Lodeserto, che sfiora l’oro sempre dal trampolino di 3 metri.
Aurora Anniballi (classe 2008) ha messo in fila tutte le agguerrite concorrenti conquistando l’oro dai 3 metri con 93.35 punti, davanti a Sofia Conte (MR Sport F.lli Marconi Roma – 92.90 punti) e a Beatrice Gallo (Fiamme Oro Roma – 90.40 punti).
Nella gara del trampolino da un metro Aurora si è invece dovuta accontentare del 6° posto a causa di un errore al primo tuffo e a un’imperfezione nell’ultimo, che hanno permesso alle avversarie di approfittarne per scalare la classifica.
Nicholas Lodeserto (classe 2008) sabato aveva iniziato chiudendo all’11° posto la gara dal trampolino da 1 metro peccando in concentrazione, ma poi si è rifatto alla grande domenica, trovando la giusta concentrazione e mettendosi così al collo la medaglia d’argento (98.55 punti). L’oro, andato al cosentino Stefano Ferraro (101.90), non era poi così lontano, ma una entrata in acqua con il corpo non molto ben allineato ha fatto perdere a Nicholas qualche punto fondamentale. Bronzo a Manuel Lorenzon (Bolzano Nuoto – 94.60 punti).

Grande soddisfazione per un risultato storico che premia i ragazzi, i tecnici e la società per l’impegno quotidiano – commenta l’allenatrice Alicia Carretero – Finalmente abbiamo raggiunto questo traguardo dopo tanti anni in cui in finale non riuscivamo a fare bene quanto in altre prove. Aurora e Nicholas arrivavano alle finali con la migliore griglia di partenza, data dalla somma dei punti ottenuti nelle semifinali. Se potevamo fare meglio? Un allenatore risponde sempre sì, ma so bene che dobbiamo essere contenti di tornare con due medaglie da una finale nazionale. Ora avanti così: il gruppo dei nostri ragazzi non ha nulla da invidiare a scuole più blasonate”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna