martedì 22 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 19 mag 2017 18:03 ~ ultimo agg. 21:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Apprezziamo questa innovazione, che va incontro alla domanda turistica: un’offerta di spiaggia diversa andava pensata ed attuata. Però, tutto va portato avanti secondo le regole”. Così Gianni Indino, presidente di Confcommercio Rimini, commenta la notizia di un consistente aumento delle licenze per i chiringuitos in spiaggia a Rimini.

“Abbiamo assistito ad un’operazione innovativa e non abbiamo fatto obiezioni, consapevoli dell’esigenza per il nostro territorio di una offerta commerciale innovativa. Ora sentiamo la necessità di ricordare che esistono anche altre attività che lavorano per offrire prodotti turistici e che vivono di turismo, non solo sulla sabbia. Non riteniamo possibile che tutto si concentri in spiaggia “h24”: la nostra idea di territorio turistico non si esaurisce lì, ma coinvolge moltissime altre attività, dal lungomare fino al centro storico, che verrebbero penalizzate se tutto si concentrasse in spiaggia fino a tarda ora. I Chiringuitos devono rispettare l’orario di chiusura antecedente a mezzanotte, così come erano stati concepiti, in modo che i turisti che hanno già passato tutta la giornata in spiaggia, possano proseguire le ultime ore spostandosi anche in altre zone”.

Per troppi anni abbiamo assistito ad una totale ‘deregulation’ sull’arenile – conclude Indino – non possiamo tollerare che se ne scriva un altro capitolo. Se tutti staranno alle regole del gioco, ci staremo anche noi e saremo felici di appoggiare questa tipologia di offerta”.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna