lunedì 21 gennaio 2019
In foto: il materiale abbandonato
di Redazione   
lettura: 1 minuto
mar 18 apr 2017 15:58 ~ ultimo agg. 16:33
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L'Orto botanico delle sabbie di Riccione è l'unico esempio di area protetta di flora spontanea delle sabbie gestita dal WWF presente in provincia di Rimini. L'area di proprietà comunale è stata in questi giorni visitata da qualcuno - fa sapere l'associazione - che l'ha usata come "discarica personale riversando al suo interno alcune cariole di resti di potature, vasi rotti, laterizi, foglie e sabbia mista a rifiuti vari. Oltre all'evidente degrado, questi materiali alterano l'equilibrio dello strato sabbioso e delle piante spontanee", ricorda il WWF. Dopo una presumibile pulizia di in spiaggia, sono stati riversati e abbandonati rifiuti e macerie su suolo di proprietà pubblica sia all’interno dell’Orto Botanico sia davanti all’ingresso dello stesso prospicente il parcheggio pubblico, contravvenendo - ricorda l'associazione - l’articolo 192 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152 che vieta l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo… oltre alla sanzione prevista di cui agli articoli 255 e 256, chiunque violi tale divieto è tenuto a procedere alla rimozione, all’avvio al recupero o allo smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi… Ciò che hanno visto i numerosi turisti che hanno affollato il lungomare di Riccione in occasione delle festività pasquali non sarà stato sicuramente un “bel vedere”.

 

 


Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna