16 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Katerina aveva chiesto permesso per curarsi in Italia

Katerina aveva chiesto permesso per curarsi in Italia

in foto: la Scientifica al porto

Katerina Laktionova, la 27enne russa ritrovata cadavere in una valigia nel porto di Rimini, a febbraio si era presentata personalmente negli uffici della Questura di Rimini chiedendo un permesso umanitario per potersi curare in Italia dall’anoressia che l’affliggeva almeno da un paio d’anni. E infatti le era stato rilasciato un permesso di soggiorno per motivi umanitari e sanitari. Sulle circostanze della sua morte, di chi l’ha abbandonata senza cure e quindi chiusa in una valigia dopo morta, sta indagando la polizia di Stato coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani che ha aperto un fascicolo per dispersione di cadavere e abbandono di incapace. A gettare la valigia col corpo in mare, alcuni giorni dopo il decesso per stenti, è stata la madre probabilmente sconvolta dal dolore.

(fonte Ansa)

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454