Dulca Santarcangelo-Grifo Imola 83-55. Per gli Angels è serie C!

Dulca

in foto: La presentazione della Dulca (foto Alfio Sgroi)

DULCA SANTARCANGELO-GRIFO IMOLA 83-55. È SERIE C!

Le note della famosa canzone dei Queen “We are the champions” risuonano al PalaSGR. Ancora una volta. A volte gli attori cambiano, altre volte rimangono gli stessi. Un mix di passato, presente, ma soprattutto futuro che si realizza in un sogno di una piazza, di una città che merita per quanto dimostrato in passato di valere anche di più. E allo scoccare dello 00.00 dell’ultimo quarto è festa straordinaria. Grandi e piccini, giocatori e allenatori, dirigenti e addetti ai lavori. Tutti quanti in mezzo al campo a brindare ad un altro campionato vinto. Merito di questi ragazzi che hanno dato l’anima insieme al loro allenatore fin da agosto. Merito di una cornice di pubblico che non ha lasciato nemmeno uno spazio vuoto. Mille persone. Merito di un progetto che parte da lontano, ma che guarda molto vicino, ai propri giovani e ai propri valori.

E allora sì che si può festeggiare. Sì che si può brindare e lasciarsi andare. Perché non si è vinto solo la partita decisiva contro una squadra vincente al girone d’andata. Non si è vinto solo un campionato di Serie D dominato comunque fin dall’inizio. Si è vinta una scommessa su se stessi. Ancora una volta. Una di più…

LA PARTITA
Primo quarto dove i Dulca partono forte con un 7-2 di parziale targato Saponi-Raffaelli, ma Orlando per gli ospiti è bravo a riaccorciare le distanze e a sorpassare i padroni di casa. Santarcangelo però rimette la testa avanti ben presto fra primo e secondo parziale con un Raffaelli da Circo Massimo che da buon mago qual mani si ritrova tira fuori dal cilindro tre bombe e un canestro in jumper in mezzo all’aria da applausi. Cunico poi e un ottimo Giuliani mandano i Dulca sulla doppia cifra di vantaggio. Un ultimo sussulto Imolese con Sgarbati riporta Imola al -8 di fine secondo quarto sul 40-32.

Negli spogliatoi la batteria viene ricaricata, le energie date dal semplice stimolo di una partita e un campionato da vincere vengono preparate allo sparo. Coach Bernardi dà la carica ai suoi. E che carica…

Inizio terzo quarto. Inizio di un’altra partita. Santarcangelo è uno schiacciasassi. Canestro ovunque. DIfesa impenetrabile. Chiunque ci sia e ad attaccare e a difendere. Percentuali spaventose oltre l’arco per i Dulca. Disastrose invece quelle di Imola che non riesce a trovare le contromisure ad una Dulca in versione “dove devo girare per andare a vincere il campionato?” Tutto molto bello. Gli ultimi due quarti sono un piacere per pubblico e città. Finisce 55-83.

Un più 28 che denota la maturità di ragazzi giovani come tutta la compagine del settore giovanile e meno giovane come Capitan Saponi, Cristian Tomassini e i due ’93 Raffaelli e Cunico. Se poi ci inseriamo un Christopher Dini da standing ovation per tutto il gioco proposto, da quello offensivo a quello difensivo (oggi il premio MVP va prima alla squadra e poi a lui), allora il “melting pot” è presto pronto. E il risultato non può che essere quello dalle più grandi soddisfazioni.

Dovevano dimostrare di essere i più forti, di valere la vittoria della partita e del campionato. I pronostici anche a inizio anno erano dalla loro parte, ma i grandi campioni dimostrano sul campo quello che può sembrare una pura e sola carta straccia. E lo hanno fatto. Lo hanno fatto battendo la seconda in classifica (complimenti comunque vivissimi a Grifo per tutto il percorso fatto e per la partita di sabato sera!) che all’andata era risultata vincente dello scontro. Lo hanno fatto nonostante la giovane età media, nonostante le tante prime esperienze a livello Senior. Lo hanno fatto a partire da ogni allenamento, da ogni goccia di sudore versata, da ogni battito di cuore che rimbombava sul parquet. Da ogni sputata del ferro a ogni “ciof” della retina. Lo hanno fatto perché sono dei ragazzi splendidi, uniti, umili e pronti al sacrificio. Sono una squadra che si è collaudata sempre di più nel tempo. Nelle gioie e nei dolori. Migliorando giorno dopo giorno. Per se stessi. Per i compagni. Per i tifosi. Per la città. Per la serie C!

Cristian Tartaglia

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454