16 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Sabato 4 marzo la danza contemporanea in scena al Salone Snaporaz (gallery)

snaporaz

in foto: Everything is ok, ph: alice Brazzit

In apertura Alessandro Sollima in un assolo di improvvisazione dal titolo Ad Libitum.
Giovane artista catanese con studi alla Northern School of Contemporary Dance(UK) e alla Salzburg Experimental Academy of Dance (AT), Sollima si esibisce in Ad Libitum (durata 15’) su musica di Black to Comm, assolo di improvvisazione in cui il corpo tenta di imprimere nella memoria il “qui ed ora”, come scrivendo con il movimento i propri pensieri in un diario.
‘A piacere’, questo assolo rappresenta il tentativo di imprimere nella memoria ricordi che altrimenti andrebbero persi. Come lo si farebbe scrivendo su un diario i propri sentimenti e ricordi, l’artista prova a farlo utilizzando il movimento in scena.

A seguire l’equipe Kor’sia in Yellow Place (durata 13’) di e con Mattia Russo e Antonio de Rosa, e drammaturgia di Paco Bezerra.
Il colore è il punto di partenza per lo sviluppo di Yellow Place dove due sconosciuti s’incontrano e raggiungono rapidamente il punto più intenso del loro rapporto.
Drammaturgicamente diviso in tre parti, come i tre stadi della crescita di un rapporto, la prima racconta l’incontro degli innamorati, l’emozione del viaggio a due. Poi l’evoluzione in dipendenza in cui uno ama per entrambi. Alla fine, il pas de deux prima di separarsi, sognando la natura irreale che non esiste. Invecchiare insieme è verità o finzione?

A chiudere Everithing is OK (durata 30’) di e con Marco D’Agostin, spettacolo proposto in naked version, in cui il corpo, iperattivo, prismatico, non lontano dalle problematiche di una quotidianità che bisogna affrontare e condividere con coraggiosa intraprendenza, si fa carico degli stimoli del mondo.
Everything is OK è un esperimento sulla stanchezza del guardare.
Da un lato il performer che incarna una catena ininterrotta di movimenti. Dall’altra parte il pubblico, sottoposto a un bombardamento d’immagini fino al limite di sazietà, il momento in cui si rende necessaria la resa, in cui lo sguardo, appunto, si stancherà di guardare.

ALESSANDRO SOLLIMA
Alessandro Sollima si è avvicinato alla danza contemporanea nel 2009 frequentando Modem diretto da Roberto Zappalà. Collabora con Simona Miraglia al progetto II II SESSO, pluripremiato in diversi festival italiani.
Nel 2011 comincia a frequentare Northern School of Contemporary Dance (UK) e successivamente la Salzburg Experimental Academy of Dance (AT).
Finiti gli studi nel 2014 lavora con Simone Forti al Museum der Moderne di Salisburgo.
È membro stabile di Milan Tomasik & Co.
Tra le personalità che hanno portato al suo sviluppo artistico David Zambrano, i membri de Les Slovaks, Edivaldo Ernesto, Giovanna Velardi.

KOR’SIA-MATTIA RUSSO, ANTONIO DE ROSA
Kor’sia deriva dall’esigenza di provare, dalla necessità di rendersi visibili.
Chiede urgenza di utilizzare un linguaggio che la parola non riesce a esprimere.
Kor’sia, fondata da G.Dagostino, A.de Rosa, D.Tortelli e M. usso, trova espressione nell’associazione di un’idea culturale comune.
L’equipe si pone come principale obiettivo quello del rischio, introducendosi in maniera attiva nella rete sociale che muove la scena contemporanea.
Altri lavori: Descamino de Dos – 1° premio al New York Burgos, Fratres per Introdans, Recapitulo per il museo MCA Chicago, Capra Pelada in collaborazione con la Compañia Nacional de Danza, A’AB per il Guggenheim di Bilbao, Serial/Number: For now liquid days in collaborazione con CND, Madrid.

MARCO D’AGOSTIN
Formatosi con maestri di fama internazionale (Y. Godder, N. Charnok, E. Greco) inaugura la propria carriera di coreografo con l’assolo Viola, che vince il premio del pubblico e quello della giuria nel concorso Premio Giovane Danza d’Autore Veneto del 2010, prima di iniziare una lunga tournée in Italia (Rete Anticorpi XL) e all’estero (Aerowaves 2011).
Seguono Spic & Span, creato con Francesca Foscarini e Giorgia Nardin, Menzione Speciale al Premio Scenario 2011 e finalista al 17MasDanza Dance Festival e per non svegliare i draghi addormentati (Premio Prospettiva Danza 2012 e rete Teatri del Tempo Presente 2013).
Come performer lavora per Claudia Castellucci/Socìetas Raffaello Sanzio, A.Sciarroni, T.Martin, W.Collins, L. Santoro.
Come coreografo, è invitato a numerosi progetti di ricerca internazionali: Choreoroam Europe, Tryptych, Act Your Age.

Al termine brindisi con gli artisti in collaborazione con Antica Pasticceria Staccoli e Ennio Ottaviani Vini e Vigneti.

Il cartellone multidisciplinare Snaporaz d’essai è realizzato da: Assessorato alla Cultura del Comune di Cattolica–Ufficio Cinema-Teatro, ATER-Associazione Teatrale Emilia Romagna-Circuito Multidisciplinare Regionale e Associazione Culturale Celesterosa con il contributo della Regione Emilia Romagna.
Per ulteriori informazioni: teatrodellaregina.it e facebook.com/teatrodellaregina

Salone Snaporaz: Piazza Mercato 15-47841 Cattolica (RN)
Info e prenotazioni
: tel. 0541 966778 / 0541 960456 – mail: info@teatrodellaregina.it.
Inizio spettacoli ore 21.00
Vendita online: vivaticket.it
Biglietteria aperta il giorno dello spettacolo dalle ore 20.00.
Ingresso unico: 7 euro.


Ufficio stampa Ater Associazione Teatrale Emilia Romagna

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454