venerdì 19 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 1 mar 2017 14:05 ~ ultimo agg. 14:18
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

E’ iniziata nel comprensorio scolastico di Viserba l’operazione messa in campo dagli operatori del Distaccamento di Viserba della Polizia Municipale di Rimini unitamente ai tecnici della prevenzione dell’ Ausl Romagna, che hanno proceduto a controlli sul rispetto sulla normativa antifumo. Il Ministero della Salute nei mesi scorsi con una propria circolare ha pubblicato le disposizioni interpretative e attuattive del decreto legislativo che recepisce la specifica direttiva europea per la lotta al tabagismo, l’eccesso d’offerta e la diffusione del fumo tra i minori. Sotto la lente d’ingrandimento sono finiti così gli istituti scolastici dell’istruzione media-superiore.

Il servizio, originato da alcune segnalazioni provenienti da genitori degli alunni preoccupati per la condotta di alcuni studenti, è stato condotto con la collaborazione degli istituti scolastici ed ha riguardato sia i locali interni degli edifici, sia le pertinenze esterne ove sono state sanzionate alcune persone, sia minorenni che adulte, mentre fumavano.

L’attività, rivolta prevalentemente alla prevenzione del fenomeno – spiega l’Amministrazione Comunale – ha rivelato la particolare sensibilità dei dirigenti scolastici estrinsecatasi attraverso opportuni interventi informativi ed una costante vigilanza del personale scolastico preposto che ha condotto anche all’accertamento di numerose sanzioni. La legislazione vigente, infatti, permette anche a persone specificamente incaricate dagli istituti scolastici di sanzionare i comportamenti illeciti in materia di fumo.

L’attività proseguirà nei prossimi giorni con ulteriori interventi da parte della Polizia municipale nei luoghi d’interesse.

“Oltre che un obbligo di legge – commenta l’assessore alla SIcurezza Jamil Sadegholvaad condividiamo negli obiettivi i nuovi divieti previsti dalle norme antifumo che hanno lo scopo di elevare il livello di protezione della salute attraverso l’introduzione di maggiori restrizioni e avvertenze per dissuadere i consumatori, specie se minori, dal consumo di prodotti a base di tabacco o contenenti nicotina. Per questo proseguiremo l’attività in altri luoghi anche attraverso controlli a sorpresa e l’utilizzo di agenti in abito civile.”

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
"Piadina night" il 25 luglio

A Rimini arriva la Notte della Piadina

di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna