giovedì 22 agosto 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 30 mar 2017 17:01
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

unnamedAbuso edilizio e occupazione abusiva. Queste le accuse che hanno portato i carabinieri del Corpo Forestale ad apporre i sigilli alla nuova cucina sociale di Casa Gallo a Rimini e a denunciare un’attivista di Casa Madiba volontaria nella struttura di accoglienza.
Il blitz è avvenuto intorno all’ora di pranzo.
La cucina, spiega una nota di Casa Gallo, era stata realizzata recuperando una piccola casetta di 5 mq, limitrofa alla casa, di proprietà del Comune e inutilizzata.
Gli attivisti di Casa Gallo e Casa Madiba parlano di un “fatto gravissimo di razzismo istituzionale verso gli ultimi” e che “non risponde a nessuna legalità possibile”.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Lamberto Abbati   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna