giovedì 17 gennaio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
ven 7 ott 2016 10:55
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

UNDER 18 D’ECCELLENZA – I DI ANDATA

BASKET RIMINI CRABS – FORTITUDO 103 ACADEMY 89 – 71 (15-16; 38-36; 63-55)
Del Fabbro, Rinaldi, Janev 11, Galassi 11, Mladenov 8, Demaio 6, Favali 17, Moffa 19, Casadei, Clementi, Udom 17, Gregori. All.: Ferro, Porcarelli.

(ev) Esordio vittorioso per gli Under 18 di Ferro che sconfiggono la Fortitudo Academy al termine di una gara combattuta più di quanto non dica il +18 finale.
Inizio gara in totale equilibrio, i ritmi sono molto alti ma sono tantissimi anche gli errori: Janev (11 punti, 9 falli subiti, 4 assist) e Galassi sono bravi a dettare i ritmi, Favali è volitivo ma impreciso e in generale si segna col contagocce (6-6 dopo 5′). I Crabs allungano sul 13-9 con una tripla di Moffa ma faticano a contenere i lunghi bolognesi: la Fortitudo dalla lunetta aggancia e sorpassa prima che una morbida sospensione di Udom fissi il punteggio del primo quarto sul 15-16.
L’ingresso di un frizzante Demaio aumenta l’intensità difensiva per Rimini, che però continua a sbagliare tantissimo. Dopo il pareggio firmato ancora da un 3 punti di Moffa (25-25), la Fortitudo cerca la fuga trascinata dal possente Zanetti (26-31). Provvidenziale la tripla di Mladenov ed il canestro di Galassi per il nuovo pareggio (31-31). Brutte notizie però per Ferro quando si accende la terza lampadina per Moffa: i Crabs trovano comunque un’altra tripla di Mladenov (8 punti, 3/4 al tiro) e chiudono il primo tempo sul +2 (38-36).
Il terzo quarto comincia all’insegna dell’ottimo Udom: insieme a Moffa propizia il +7 (48-41), poi comincia a dominare a rimbalzo offensivo e con una serie di giocate pregevoli regala a Rimini il primo vantaggio in doppia cifra (54-43). La Fortitudo sembra con le spalle al muro ma i Crabs non capitalizzano, perdendosi in brutte iniziative personali e sprecando troppi tiri liberi. La “F” si avvicina ma Udom(17 punti, 7/10 al tiro e 14 rimbalzi in 25′), questa volta da 3, risolve ogni impaccio (63-55).
Anche ad inizio di ultimo quarto Rimini sembra aver smarrito il senso della coralità: Bologna si avvicina ancora sul 65-59 quando Demaio prima si inventa un grande lay-up e poi subisce sfondamento. I Crabs riprendono a macinare gioco e Moffalancia i titoli di coda con una tripla seguita da una schiacciata (74-61). Galassi ed i liberi di Favali (8 su 10 dalla linea della carità, 4/16 dal campo) portano poi al 89-71 finale.
Prossima gara giovedì 13 al Villa Romiti con la Pallacanestro 2.015 Forlì.

classifica

Altre notizie
di Icaro Sport
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Notizie correlate
di Icaro Sport
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna