lunedì 26 agosto 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 7 ott 2016 10:55
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

UNDER 18 D’ECCELLENZA – I DI ANDATA

BASKET RIMINI CRABS – FORTITUDO 103 ACADEMY 89 – 71 (15-16; 38-36; 63-55)
Del Fabbro, Rinaldi, Janev 11, Galassi 11, Mladenov 8, Demaio 6, Favali 17, Moffa 19, Casadei, Clementi, Udom 17, Gregori. All.: Ferro, Porcarelli.

(ev) Esordio vittorioso per gli Under 18 di Ferro che sconfiggono la Fortitudo Academy al termine di una gara combattuta più di quanto non dica il +18 finale.
Inizio gara in totale equilibrio, i ritmi sono molto alti ma sono tantissimi anche gli errori: Janev (11 punti, 9 falli subiti, 4 assist) e Galassi sono bravi a dettare i ritmi, Favali è volitivo ma impreciso e in generale si segna col contagocce (6-6 dopo 5′). I Crabs allungano sul 13-9 con una tripla di Moffa ma faticano a contenere i lunghi bolognesi: la Fortitudo dalla lunetta aggancia e sorpassa prima che una morbida sospensione di Udom fissi il punteggio del primo quarto sul 15-16.
L’ingresso di un frizzante Demaio aumenta l’intensità difensiva per Rimini, che però continua a sbagliare tantissimo. Dopo il pareggio firmato ancora da un 3 punti di Moffa (25-25), la Fortitudo cerca la fuga trascinata dal possente Zanetti (26-31). Provvidenziale la tripla di Mladenov ed il canestro di Galassi per il nuovo pareggio (31-31). Brutte notizie però per Ferro quando si accende la terza lampadina per Moffa: i Crabs trovano comunque un’altra tripla di Mladenov (8 punti, 3/4 al tiro) e chiudono il primo tempo sul +2 (38-36).
Il terzo quarto comincia all’insegna dell’ottimo Udom: insieme a Moffa propizia il +7 (48-41), poi comincia a dominare a rimbalzo offensivo e con una serie di giocate pregevoli regala a Rimini il primo vantaggio in doppia cifra (54-43). La Fortitudo sembra con le spalle al muro ma i Crabs non capitalizzano, perdendosi in brutte iniziative personali e sprecando troppi tiri liberi. La “F” si avvicina ma Udom(17 punti, 7/10 al tiro e 14 rimbalzi in 25′), questa volta da 3, risolve ogni impaccio (63-55).
Anche ad inizio di ultimo quarto Rimini sembra aver smarrito il senso della coralità: Bologna si avvicina ancora sul 65-59 quando Demaio prima si inventa un grande lay-up e poi subisce sfondamento. I Crabs riprendono a macinare gioco e Moffalancia i titoli di coda con una tripla seguita da una schiacciata (74-61). Galassi ed i liberi di Favali (8 su 10 dalla linea della carità, 4/16 dal campo) portano poi al 89-71 finale.
Prossima gara giovedì 13 al Villa Romiti con la Pallacanestro 2.015 Forlì.

classifica

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna