lunedì 21 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 8 ott 2016 16:17
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Uniti nel sostenere la scelta di riorganizzazione dei servizi scolastici comunali avanzata dall’amministrazione. Questa la posizione del Gruppo Consigliare del Pd sul tema dell’esternalizzazione esplicitata in una nota stampa nella quale si parte da un assunto: la gestione delle scuole materne comunali e dei nidi d’infanzia è da sempre motivo di orgoglio e garanzia di qualità per il territorio riminese e tutto questo non cambierà”. Il Pd torna ad elencare i motivi della scelta, i limiti imposti nella gestione delle risorse umane e il quadro finanziario pubblico, e il buon esito delle precedenti esternalizzazioni (quelle delle mense scolastiche dei servizi legati alla disabilità).
Senza privatizzazione, ricorda il partito democratico, il “sistema economico pubblico non sarebbe più in grado di garantire alle scuole tutti gli strumenti necessari per offrire la continuità del servizio,  con la conseguenza di  prevedere  la chiusura di diverse aule delle strutture scolastiche”.
L’affidamento nei prossimi tre anni di 5 scuole materne su 16 e 1 asilo nido su 6 al privato  non sarà causa dell’abbassamento degli standard di qualità raggiunti” a garantirlo “la permanenza della gestione da parte del comune della direzione pedagogica ed educativa, un continuo controllo del servizio, lo stesso titolo di studio e competenza richiesto agli insegnanti, il mantenimento dello stesso importo delle rette incassate sempre dal comune.
Il PD annuncia anche di voler attivare uno spazio permanente di ascolto e proposte per salvaguardare le esigenze tanto degli insegnanti quanto delle famiglie.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna