venerdì 18 gennaio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 1 minuto
mar 13 set 2016 13:58
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La nazionale sammarinese di corsa in montagna ha tenuto alti i colori biancoazzurri ai Campionati Mondiali di Corsa in Montagna a Sapareva Banya, in Bulgaria. La squadra del Titano, accompagnata dal Commissario Tecnico federale Massimo Piovaticci e dal dirigente F.S.A.L. Giuliano Guidi, si è classificata al 20esimo posto su 35 nazioni.

In ambito femminile Mona Fristad ha mantenuto un’andatura costante su tutto il percorso e non ha patito gli “strappi” impegnativi. Ha terminato la gara al 64° posto su 72 partenti precedendo le rivali di Andorra.

In ambito maschile, al via ben 143 atleti. Il primo dei sammarinesi è stato Stefano Ridolfi, 92° in 1h18’04”: a 50 anni ha dimostrato di essere ancora in grado di esprimersi a buoni livelli. Secondo tra i biancoazzurri Matteo Felici, 97° in 1h19’25, 103° invece Michele Agostini in 1h20’28”, 118° Matteo Bertuccini in 1h25’38”, 125° Valerio De Blasis ed alle sue spalle Amedeo Gradoni in 128esima posizione.

Giuliano Guidi, Dirigente FSAL: “Il percorso era massacrante, tutto in salita con un dislivello notevole. Alla vigilia della gara eravamo ottimisti ed i risultati ci hanno dato ragione. Gli atleti hanno dato il massimo, compresa l’unica donna in gara: Mona Fristad. Nella classifica a squadre abbiamo preceduto gli altri piccoli stati Malta, Monaco, Israele e Andorra. In questa trasferta abbiamo anche rafforzato i rapporti di amicizia con le altre delegazioni nazionali. È stata una bella esperienza per tutti noi e ringrazio per l’importante supporto il commissario tecnico Massimo Piovaticci”.

L’ufficio stampa FSAL
Marianna Giannoni

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna