Indietro
menu
Politica Rimini

Sovraffollamento. Renzi (FdI): per recidivi serve sequestro, segnalazione non basta

In foto: l'operazione dei Carabinieri
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 11 lug 2016 18:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ringrazinando i Carabinieri e gli ispettori Ausl che hanno condotto il recente controllo contro il sovraffollamento negli appartamenti di Borgo Marina, il consigliere di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi esprime alcune considerazioni sui casi di recidività da parte dei proprietari: non basta la segnalazione certificata all’Agenzia delle Entrate, misura accessoria proposta dall’Amministrazione Comunale. 

“I fatti dimostrano – scrive Renzi – che i proprietari degli immobili o gli affittuari finchè continuano a lucrare migliaia di euro al mese, e decine di migliaia di euro all’anno, non si preoccupano certo dell’Ordinanza Comunale, delle sanzioni irrisorie per il sovraffollamento ( 50 euro a persona), del ripristino momentaneo di “apparenti” condizioni igienico sanitarie, del numero “legale” degli “ospiti” notturni o stagionali”.

Renzi cita anche l’esterno degli immobili ispezionati, uno dei quali, un “sottotetto”, continua ad essere utilizzato come “abitazione” nonostante manchi dei requisiti dell’abitabilità e dell’agibilità”.

Il Sindaco, quale Autorità locale tenuta a garantire la salute pubblica, per rendere efficaci i ripetuti controlli e per impedire la continuazione dei reati deve chiedere all’Autorità Giudiziaria il sequestro preventivo degli immobili, già sanzionati per le ripetute violazioni delle Leggi e dei Regolamenti Comunali.

Renzi ricorda “il sequestro del “Kebab” di Via dei Mille a dimostrazione dell’efficacia di quel provvedimento che sanzionò “la chiusura” di quell’ abituale “ ritrovo” degli spacciatori di droga”.

 

 
Notizie correlate
di Redazione