Indietro
menu
Attualità Rimini

Sequestro per sovraffollamento. Mangianti (ACER): risposta a carenza alloggi ERP

In foto: un controllo dei Carabinieri
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 13 lug 2016 18:27 ~ ultimo agg. 18:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente di Acer Rimini Cesare Mangianti condivide l’ipotesi del sequestro per gli alloggi sovraffollati, fatta proprio anche dall’Amministrazione Comunale. “Un’azione assolutamente da condividere, oltre ad essere un efficace strumento per combattere il fenomeno dell’abusivismo e degli affitti non dichiarati, possa diventare un utile strumento per far fronte alla cronica carenza di alloggi da destinare all’Edilizia Residenziale Pubblica (ERP)”.

Sulla situazione attuale Mangianti ricorda che “dopo l’inaugurazione di Tombanuova (58 nuovi alloggi), non sono previste nuove realizzazioni ed i prossimi investimenti di Acer Rimini saranno rivolti per lo più alla ristrutturazione degli immobili già gestiti. Inoltre, la delibera regionale  promulgata nel giugno scorso relativa ai nuovi requisiti economici per l’accesso e la permanenza negli alloggi di edilizia residenziale pubblica, si è rivelata deludente dal punto di vista del turn over degli alloggi”.

Ecco allora che “il sequestro degli alloggi sovraffollati, non solo può diventare un modo per combattere un fenomeno critico della nostra collettività, ma addirittura una opportunità a favore delle fasce deboli della nostra comunità”.