martedì 19 febbraio 2019
In foto: Lo Junior Rimini
di Roberto Bonfantini   
lettura: 3 minuti
mar 26 lug 2016 17:11
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

La 22esima edizione del torneo Rimini Riviera Estate, trofeo Nico&Matt, riservato alla categoria Allievi, è stata ancora una volta un grande successo organizzativo e partecipativo.

La società Falcons Torre Pedrera ha messo in moto la sua “macchina” già perfettamente oliata ospitando dieci squadre, 130 ragazzi, 29 partite in gran parte sul diamante di Rivabella e alcune al campo dei Piratini. Uno sforzo organizzativo non indifferente con il solito, immancabile apporto dei volontari che hanno lavorato duramente sia nel pre-torneo con l’allestimento dei campi e delle tende che hanno ospitato le squadre, sia durante la manifestazione, con la cucina e il bar a lavorare a pieno regime dalle prime ore della mattina a sera inoltrata. E neanche la pioggia caduta per tutta la mattina di domenica, giornata dedicata alle finali, ha frenato la “quattro-giorni” di baseball giovanile.

Passando al discorso puramente tecnico, le dieci squadre erano inserite in due gruppi. Nel girone “arancio”, un po’ a sorpresa, ma con pieno merito, davanti a tutti si è piazzato lo Junior Rimini, che sfruttando il “fattore campo”, ha battuto con merito Cervignano del Friuli e Academy Nettuno, piazzate alle spalle dei Piratini, con San Marino al quarto posto e la new entry Ferrara al quinto.

Nel girone “azzurro” il testa a testa per la prima posizione si è deciso nello scontro diretto tra i campioni d’Italia in carica del Crocetta, tra l’altro defender del torneo, e i padroni di casa dei Falcons Torre Pedrera. Il successo per 4-3 nella fase eliminatoria ha dato il primo posto ai parmensi e il secondo ai falchetti, con Ravenna in terza piazza davanti a San Martino Buon Albergo e Lions Nettuno.

Le semifinali per i primi quattro posti hanno visto i successi del Crocetta sul Cervignano (4-2) e dello Junior Rimini sui Falcons (7-3) in un derby davvero sentito che ha sovvertito i risultati del girone di campionato. Mentre nelle sfide dal quinto all’ottavo posto, Ravenna aveva la meglio sul San Marino (7-6) e Academy Nettuno batteva 11-7 San Martino.

Domenica, come detto, tutte le finali, partendo da quella per il nono posto che andava ai Lions sul Ferrara (9-1), San Marino si piazzava settimo battendo 3-1 San Martino (a proposito, complimenti ai veronesi per la serata Karaoke), l’Academy Nettuno la spuntava su Ravenna strappando il quinto posto e i Falcons si riscattavano piegando Cervignano nella sfida che valeva il podio.

Ed eccoci alla finalissima, un concentrato di emozioni, con Junior Rimini e Crocetta ad alternarsi al comando sul tabellone e punteggio fissato sull’8-8 al termine del tempo regolamentare. Si andava così agli extrainning con la regola del tie-break (corridore piazzato in seconda e zero out) e qui i Piratini piazzavano l’allungo decisivo segnando cinque punti e trionfando tre anni dopo il successo del 2013.

Le premiazioni hanno visto tre ospiti di lusso, il manager dei campioni d’Italia del Rimini Baseball, Orlando “Pepita” Munoz e il suo collaboratore Cesar Heredia, e Malvo Michelucci, un grande amico dei Falcons, il babbo di Nicola e Matteo, i due ragazzi prematuramente scomparsi, ai quali è dedicato il torneo.

Per quello che riguarda i premi individuali, la Louisville ha offerto quattro buoni spesa andati a Brian Abate, interbase del Cervignano, per la miglior giocata difensiva del torneo, al suo compagno Matteo Sguassero per il maggior numero di strike-out (13) e ai due slugger della manifestazione, Lucio Giovannini dei Falcons (1071 di media bombardieri, 8/14 nel box, un doppio e due fuoricampo) e Lorenzo Vecchi del Crocetta (1066 di media bomber, 9/15 nel box, due doppi, un triplo e un fuoricampo).

Miglior battitore Ettore Giulianelli dei Falcons con 10/14 (.714 di media), il suo compagno Moreno Lo Conte miglior lanciatore con zero pgl in 5 inning e 10 strike-out e il premio come mvp della finale è andato a Enrico Cianci dello Junior Rimini per la sua valida decisiva al sesto e ultimo inning.

Simona Conti
Torre Pedrea Falcons

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna