Indietro
menu
Economia Rimini

Il gotha delle fiere a Rimini per il seminario internazionale Aefi

In foto: il logo Aefi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 12 lug 2016 11:40 ~ ultimo agg. 11:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le fiere per le imprese, per il territorio, per il Made in Italy è il tema della V edizione del seminario annuale AEFI in programma giovedì e venerdì a Rimini, nella sede del quartiere fieristico.

AEFI, presieduta da Ettore Riello, conta 34 quartieri fieristici Associati, che organizzano oltre 1.000 manifestazioni all’anno su una superficie espositiva totale di 4,2 milioni di metri quadrati. Nei quartieri fieristici associati AEFI si svolge l’85% del totale delle manifestazioni fieristiche che hanno luogo annualmente in Italia.

A Rimini Fiera ci sarà un appuntamento internazionale che vedrà, tra gli altri, relatori come Kai Hattendorf, direttore generale di UFI Union des Foires Internationales, Christie Huang, direttore del Taiwan Center Milano, Tatyana Bashmakova, membro del Comitato direttivo permanente e presidente della Commissione associati di RUEF-Russian Union of Exhibitions and Fairs, Nicola Lener, capo ufficio direzione generale per la promozione del Sistema Paese del Ministero degli Esteri, Giuseppe Schirone di Prometeia.

In occasione del seminario di Rimini, UFI presenterà in anteprima i dati emersi dalla diciassettesima rilevazione congiunturale condotta a giugno 2016 dal suo Global Exhibition Barometer che illustra, ogni sei mesi, l’andamento del settore fieristico a livello globale.

Ad aprire i lavori, moderati da Laura La Posta de Il Sole 24 Ore, saranno, giovedì 14, Giovanni Laezza, direttore di Riva del Garda Fieracongressi e vicepresidente di AEFI, e Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera e vicepresidente di AEFI.

Tra i temi portanti delle due giornate, oltre ai case histories presentati dalle fiere di Bari, Bologna, Firenze, Parma, Rimini e Riva del Garda, e alle testimonianze di grandi imprenditori, ci saranno gli scenari mondiali (Cina, Taiwan e Russia, in particolare) in relazione alle opportunità per il settore fieristico, un focus sul made in Italy inquadrato nel  contesto competitivo a livello globale e un importante affondo sulle tematiche digital e sui percorsi social del mondo fieristico.

Il programma.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Simona Mulazzani   
di Redazione