18 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

“Islam, democrazia e diritti nel mondo Arabo-Mediterraneo”. Tornano gli Incontri del Mediterraneo

in foto: l'immagine 2016

E’ “Islam, democrazia e diritti nel mondo Arabo-Mediterraneo” il tema della 14esima edizione degli “Incontri de Mediterraneo”  in programma a Riccione, al Palazzo del Turismo, dal 17 al 19 marzo.

Il tema della XIV edizione 2016
Sull’onda delle manifestazioni che vedevano tanti giovani chiedere libertà e giustizia, nella edizione degli Incontri del Mediterraneo 2011 avevamo scelto per tema: La primavera araba e i giovani nel futuro del Mediterraneo. Sono passati cinque anni e non sempre i fatti che sono seguiti hanno rispettato gli entusiasmi e le attese del momento. Ci sono Paesi, come la Tunisia, dove il processo democratico ha fatto passi avanti, ma ce ne sono anche altri, vedi Egitto, dove di fatto si è tornati ad una nuova forma di dittatura, che incarcera e fa sparire centinaia di oppositori, veri o presunti, come il tragico assassinio del giovane ricercatore italiano Giulio Regeni, avvenuto all’inizio di febbraio scorso, conferma. Se vogliamo è andata anche peggio negli altri paesi, come Libia e Siria, dove scontri etnico-religiosi e guerre senza fine costringono milioni di persone, tra cui tanti bambini, a cercare un rifugio sicuro in paesi vicini (Libano e Turchia), ma anche in Europa, sbarcando principalmente in Italia e Grecia prima di dirigersi verso il Nord. Alla luce di questi eventi abbiamo deciso di riprendere il filo della Primavera araba, per chiederci dove siamo arrivati, soprattutto in termini di libertà, democrazia e diritti. Ma anche quello delle migrazioni e dei rifugiati, la cui attualità è sotto la vista di tutti.

Gli incontri si apriranno, giovedì 17 marzo, alle ore 17,30 con l’inaugurazione di una mostra sulle migrazioni del fotoreporter Livio Senigalliesi. Esperienza di lavoro che verrà riportata, con Laboratori specifici, al Liceo Volta-Fellini di Riccione e negli Istituti Marco Polo e Valgimigli di Rimini.
In serata il programma prevede una conferenza dal titolo: Donne e diritti civili nei Paesi arabi del Mediterraneo, con gli interventi di Emma Bonino, già Ministro degli Esteri e Commissaria europea, in collegamento da Roma, Lina Ben Mhenni, tunisina, attivista per i diritti umani, giornalista e blogger, Jamila Hassoune, marocchina, fondatrice del Club del Libro e della Lettura e della Carovana Civica.
Il 18 marzo, alle 21.00, si parlerà di Primavere arabe a confronto: Tunisia ed Egitto, con la partecipazione di Lina Ben Mhenni, giornalista e blogger tunisina , Kalthoun Ben Soltane, tunisina, Lettrice di lingua araba presso Università degli Studi di Urbino e Azzurra Meringolo, caporedattrice di Affarinternazionali, coordinatrice scientifica di Arab Media Report e autrice de I Ragazzi di Piazza Tahrir, sulla rivolta del Cairo del 2011.
Infine, il 19 marzo, alle 21, il tema trattato sarà: Perché il cristianesimo sarebbe compatibile con la democrazia e l’Islam no?. Con gli interventi di Renzo Guolo, docente di Sociologia della Religione all’Università di Padova e Trieste e autore “L’Islam è compatibile con la democrazia?” , Moustapha Toumi
rappresentante dell’Associazione islamica Al Tawhid di Corso Giovanni XXIII di Rimini e Arrigo Chieregatti, sacerdote a Marzabotto, teologo, conoscitore delle religioni islamica, induista e buddista, docente universitario, autore di numerose pubblicazioni.

Inoltre tutti i giorni, a partire dalle ore 17.00, ci saranno presentazioni di libri, proiezioni di documentari e film, concerti di musiche del Mediterraneo. Nell’intervallo si potrà usufruire di buffet entnici.
Gli Incontri del Mediterraneo si concluderanno il 22 marzo, Giornata Mondiale dell’Acqua, con una conferenza, sempre nel Palazzo del Turismo di Riccione, dove gli alunni delle numerosi classi dei diversi Istituti di Riccione e Rimini che hanno partecipato ai corsi su Storia e archeologia del Mediterraneo e
Mediterraneo, percoso ambientale illustreranno i loro lavori, integrati da interventi di esperti di Arpa, Romagna Acque e Petroltecnica.

Cosa sono gli Incontri del Mediterraneo
Gli Incontri del Mediterraneo sono nati all’indomani dell’attentato alle Torri Gemelle di New York del settembre 2001 come risposta di DIALOGO E INCONTRO alle predicazioni sull’inevitabile scontro di civiltà. Dal 1958 al 1961 èra stato Giorgio La Pira, con i Colloqui del Mediterraneo, a far incontrare le parti allora in conflitto (francesi e algerini, israeliani e arabi, ecc.).
In tutti questi anni i temi trattati, con conferenze, presentazione di libri, documentari, film, musica, e molto altro, sono stati tanti e diversi: dal conflitto israelo-palestinese, al rapporto islam/democrazia, dalla primavera iraniana a quella araba, passando per i Balcani, la crisi greca e l’ultima edizione interamente dedicata al tema dei migranti, che riprendiamo anche quest’anno. Coinvolte sono pure le scuole, dove gli ospiti sono invitati a testimoniare la loro esperienza, riscuotendo sempre notevole attenzione ed interesse.

www.incontridelmediterraneo.it

 

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454