venerdì 13 dicembre 2019
menu
Rimini Volontariato

La Croce Rossa di Rimini ricorda l'istruttrice Catia Semprini

In foto: la consegna della targa
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 7 mar 2016 14:08 ~ ultimo agg. 14:26
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il comitato riminese della Croce Rossa italiana ha promosso all’Oratorio degli Artisti una serata in ricordo di Catia Semprini, Istruttrice Basic Life Support Defribillation (e Pediatric BLSD) e di Manovre Salvavita Pediatriche scomparsa prematuramente lo scorso anno.

Il ricordo è avvenuto nel corso di una lezione informativa sulle manovre di disostruzione delle vie aeree pediatriche, alla presenza di decine di papà e di mamme desiderosi di imparare come comportarsi nel caso in cui un bambino subisce l’ostruzione delle vie aeree a causa di un corpo estraneo.

Oltre alle informazioni teoriche è stata offerta anche la possibilità, attraverso la creazione di due aree per lattanti e di due per bimbi più grandi, di provare a mettere in pratica le manovre di disostruzione illustrate.

Manovre che proprio Catia Semprini – ricorda il comitato riminese – ha insegnato a tante persone nel suo ruolo di Istruttrice CRI, particolarmente attenta e sensibile proprio in ambito pediatrico, pur essendo volontaria poliedrica: aveva anche il brevetto di operatore per il soccorso in acqua.

Il Commissario CRI Daniele Marano, dopo avere ricordato l’impegno di Catia Semprini, ha consegnato una targa ricordo al marito della volontaria ricordata Ivan Tonelli e al padre Angelo Semprini.

Tre mazzi di rose bianche e rosse, con il simbolo della Croce Rossa, sono stati invece donati alla mamma Celeste, alla sorella Mendi e alla figlia Federica. A sua volta la famiglia Semprini ha donato alla Croce Rossa Italiana una targa come segno di un indissolubile legame con l’Associazione.

 

 

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna