mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Scardone, Maggioli e Bonfatti
di Redazione   
lettura: 2 minuti
mer 17 feb 2016 15:40 ~ ultimo agg. 18 feb 15:37
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

I vertici di Carim spiegano le strategie di rilancio agli industriali che più volte avevano negli ultimi mesi sollecitato garanzie in merito. Si è tenuta ieri la Giunta di Unindustria Rimini alla quale sono intervenuti, su invito degli imprenditori, il Presidente di Banca Carim Sido Bonfatti ed il direttore Giampaolo Scardone che, anche in vista dell’avvio di un programma di ricapitalizzazione, hanno presentato le principali direttrici e gli obiettivi del Piano Industriale della Banca per il biennio 2016-2017.

Fra i punti trattati – riferisce il resoconto da parte di Unindustria – ci si è soffermati sul completamento dell’azione di rilancio che Banca Carim ha messo in atto, con l’obiettivo di essere sempre più banca del territorio, attraverso vari interventi quali, fra gli altri, la razionalizzazione della rete e delle risorse, il miglioramento dell’attivo in bilancio, il consolidamento del rapporto di fiducia con la propria clientela. Un riferimento specifico è stato riservato all’importante sostegno della Banca alle imprese del territorio. Senza dimenticare il fatto che il piano industriale presentato prevede già dal 2016 il ritorno all’utile con prospettive di ulteriore incremento negli anni successivi.

l'incontro

l’incontro

Il Presidente Paolo Maggioli ed i componenti della Giunta hanno apprezzato il progetto di sviluppo che, per la sua concretezza e plausibilità, apre a nuove prospettive per la Banca, ed anche il rinnovato processo di interlocuzione con il mondo imprenditoriale che ha consentito di avere una visione d’insieme della Banca, della sua capacità di creare valore e delle sue strategie future.

L’aumento di capitale, destinato a migliorare le condizioni di resistenza della Banca, si incrocia con un appuntamento molto importante, il rinnovo delle cariche dirigenziali della Fondazione Carim, il socio di maggioranza di Banca Carim.
Il Presidente Maggioli, ha sottolineato come per il successo dell’aumento di capitale anche il rinnovo delle cariche della Fondazione giochi un ruolo molto importante. In particolare per Maggioli il nuovo presidente dovrà essere animato da spirito manageriale, dovrà avere conoscenza dei mercati, tendenza alla proiezione verso programmi futuri, apertura all’innovazione, sensibilità verso temi sociali e grandissima attenzione verso il territorio, in altre parole dovrà essere di forte imprenditorialità.

Notizie correlate
L'ultimo sindaco comunista

Si è spento l'ex sindaco Zaffagnini

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna