Indietro
menu
Attualità Rimini

Multe sui bus per il Sigep. Start Romagna chiama in causa AM

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 28 gen 2016 02:12 ~ ultimo agg. 18:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.453
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Hanno suscitato accese proteste in questi giorni, da parte in particolare degli albergatori, le multe elevate a visitatori del Sigep sugli autobus di linea diretti alla fiera. Sulla vicenda interviene il presidente di Start Romagna Marco Benati che premette: “il numero di verificatori (interni ed esterni) impiegati in queste giornate di fiera è lo stesso impiegato anche nelle giornate precedenti e che sarà impiegato nelle giornate successive”. “Ha ricordato che Start Romagna è responsabile dell’applicazione del sistema tariffario e che la remunerazione del servizio tramite bigliettazione è parte integrante dei contratti di servizio che regolano l’attività aziendale”.
Per poi arrivare al nodo: “Un problema effettivamente riscontrato in queste giornate è quello che i servizi non sono risultati adeguatamente potenziati. La programmazione di servizio di Agenzia Mobilità non ha tenuto conto dei flussi previsti, nonostante già il programma attuato nell’edizione Sigep 2015 fosse risultata sottodimensionata, per cui Start ha dovuto mettere in campo corse straordinarie per far fronte alla domanda di mobilità, peraltro senza avere la certezza di recuperare dall’Agenzia i relativi costi”.
Molti hanno lamentato l’impossibilità di obliterare il biglietto sugli autobus affollati: “Start Romagna è disponibile come sempre attraverso i suoi canali (ampiamente pubblicizzati) a valutare eventuali ricorsi avverso alle sanzioni amministrative elevate e ad accogliere quelli che dovessero risultare adeguatamente circostanziati e motivati”.
Nessuna volontà di boicottare le grandi manifestazioni. Anzi: “In chiave più generale Start Romagna tiene a rivendicare un ruolo più strategico partecipando ai tavoli in cui si progettano eventi e iniziative in vista degli appuntamenti 2016, quali la Pasqua 2016, la fiera del Wellness, la Notte Rosa, … anticipando i flussi e i bisogni di mobilità. Pesa di certo su questo mancato coinvolgimento da parte degli Enti il limite del ruolo, con la pianificazione strategica dei servizi in capo ad Agenzia Mobilità e l’assenza di autonomia e di margine di manovra per Start Romagna, incluso l’ambito tariffario”.

Notizie correlate
di Redazione