Indietro
martedì 20 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Domenica 27 dicembre NTS Crabs a Monsummano

In foto: Charlie Foiera abbraccia la figlia a fine partita (foto Simone Marcaccini)
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 25 dic 2015 10:24 ~ ultimo agg. 26 dic 16:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

DOMENICA 27 DICEMBRE NTS CRABS A MONSUMMANO

In questa fine dicembre 2015 densa d’appuntamenti cestistici Rimini cercherà a Monsummano ciò che sembra irrimediabilmente perduto dopo un inizio lusunghiero. Non si tratta di ritrovare solo i due punti, ma anche gioco, coesione, qualità, rispetto di se stessa e del suo pubblico. Come ricordava l’amico Crescentini l’ultimo referto rosa risale all’agevole successo della 9a giornata contro CUS Torino del 22 novembre scorso, prima di iniziare una quaresima anticipata che si è chiusa, almeno spero, con il minor bottino stagionale a condire una prestazione deludente.

Monsummano non starà a guardare, ha due punti in cascina più di noi, una striscia di 4 vittorie consecutive e 4 successi esterni su 6 vittorie che significa solo due successi casalinghi. Per parafrasare il Canto di Natale di Dickens tra i “fantasmi dei Natali passati” si troverà di fronte un certo (indimenticabile) German Scarone che ha disputato 9 delle 13 gare in programma realizzando oltre 5 punti di media a partita.

Andando a scavare nella statistica troviamo che i loro minuti importanti sono suddivisi tra soli sette giocatori, cinque dei quali viaggiano in doppia cifra, il più pericoloso è l’ala GIORGIO SGOBBA, di nome e di fatto perché produce 18,6 punti e 7,4 rimbalzi a partita, seguito dal playmaker TOMMEI con 17,5 e 3,2 – l’ala grande GIARELLI con 13,9 e 5,2 – la guardia MAGGIOTTO con 11,9 e 6,1 ed il secondo play TEMPESTINI con 11,5 e 3,5. Vale a dire che solo questi cinque giocatori producono più del bottino globale dei nostri Crabs il ché è tutto dire.

La squadra, nel suo insieme realizza 79,5 punti a partita subendone solo 67. Realizza il 53% da 2 ed il 35% da 3 oltre al 72% ai liberi. Cattura 33,8 rimbalzi di cui 9,2 in attacco mentre il saldo perse/recuperate ammonta a 13,4/8,2 servendo 12,5 assist.

Da parte nostra opponiamo un 72,2 punti di media, subendone 73,15. Tiriamo con il 52% da 2 ed il 34% da 3 con il 71% ai liberi e 35,8 rimbalzi di cui 8,4 in attacco. Il saldo perse recuperate dice 15,3/6,1 con 12,7 assist.

Dalla scorsa partita i bottini individuali sono distribuiti su 8 giocatori, che sono anche quelli che offrono il maggiore minutaggio, compreso Georgi Sirakov, per ora ignorato dal sito della lega che però c’è ed è auspicabile che con una settimana in più nelle gambe possa contribuire adeguatamente alla causa.

Direi che non c’è altro da dire, i ragazzi saranno in palestra sia il giorno di Natale che a Santo Stefano, tra un piatto di tortellini, un tiro ed un rimbalzo auguriamo loro ogni bene, attuale e futuro.

Daniele Bacchi

INTERVISTA A FRANCESCO “CHARLIE” FOIERA

Non è esattamente un momento d’oro per la NTS, anzi: la striscia di sconfitte consecutive è salita a quattro dopo il KO interno per 61-62 contro San Miniato, con i biancorossi che, fermi a quota 10 in classifica, rimangono a -4 dalla zona playoff, obiettivo dichiarato della società. C’è bisogno di una scossa, di una reazione, per allontanarsi dalle posizioni più pericolose della graduatoria e ritrovare fiducia nei propri mezzi.

“La situazione è difficile – dichiara Francesco “Charlie” Foieranon ci riesce niente e facciamo molta fatica anche nelle cose più semplici: adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare duro tutti assieme, la società, lo staff e i giocatori, solo così riusciremo a uscire da questo periodo”.

Dopo le preventivabili sconfitte nei derby, la squadra di Mladenov è scivolata al Flaminio contro la Blukart, perdendo di una sola lunghezza: Foiera è stato uno degli ultimi ad arrendersi, ma purtroppo a nulla sono valsi gli 11 punti del centro della NTS.

“La scorsa settimana abbiamo incontrato la classica squadra rognosa che ci ha messo le mani addosso per tutta la gara – prosegue il nativo di Cesena –, nel terzo quarto eravamo riusciti a trovare le chiavi della partita e ad andare sul +12, poi abbiamo smesso di difendere e di passarci la palla, e alla fine abbiamo perso. Purtroppo ultimamente stiamo facendo davvero troppa fatica a vincere, ma il gruppo deve rimanere unito, ascoltare l’allenatore e dare sempre il cento per cento: così facendo, sono certo che supereremo questo momento difficile”.

I Crabs non avranno nemmeno il tempo di godersi cappelletti e panettone in santa pace, che scenderanno di nuovo in campo: allenamento sia a Natale che a Santo Stefano, per preparare al meglio la difficile trasferta di Monsummano.

“Contro la Gioiellerie Fabiani dobbiamo e vogliamo vincere: non possiamo più piangerci addosso per le sconfitte, serve invece una vittoria per reagire e per dare una scossa. I ragazzi si sono allenati bene e con intensità, Sirakov è un ottimo giocatore, ma ancora ha bisogno di tempo per ambientarsi e per dare il massimo. Durante le feste non ci fermeremo, saremo in palestra ogni giorno – conclude “Charlie” – siamo arrabbiati per questa situazione, la colpa è solo nostra e vogliamo assolutamente uscirne”.