martedì 19 febbraio 2019
di Maurizio Ceccarini   
lettura: 1 minuto 3.642 visite
mar 3 nov 2015 15:38 ~ ultimo agg. 4 nov 15:50
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 3.642
Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione Comunale di Rimini, nell’ambito delle prassi di trasparenza istituzionale, ha trasmesso la dichiarazione della situazione patrimoniale e reddituale al 2014 per i pubblici amministratori.

Si conferma Nicola Marcello (PDL) il consigliere comunale con il reddito più alto, con 309.890 euro. Molto distanziata Valeria Piccari, sempre del PDL, con 101.927 euro e, a completare un podio tutto dell’opposizione, Marco Casadei con 91.573 euro. I redditi più bassi sono quelli di Marco Fonti (Movimento 5 Stelle) con 5.653 euro, poi due consiglieri del PD: Enrico Piccari con 5.986 euro e Simone Bertozzi con 12.026. Alessandro Ravaglioli (PDL) non dichiara redditi in Italia perché fiscalmente all’estero. Per Samuele Zerbini (PD) un salto dai 14.530 euro del 2013 ai 74.154 del 2014.

Il sindaco Gnassi ha dichiarato 85.347 euro. Ha diverse proprietà immobiliari ma quasi tutte parziali. Tra gli assessori il reddito più alto è quello di Brasini (66.734 euro), mentre Irina Imola ha quello più basso (41.173).

Bertozzi è l’unico consigliere a non avere né proprietà immobiliari, né partecipazioni societarie né veicoli intestati. Liliana Cingolani è proprietaria al 100% di un appartamento di 15,5 vani. Aloisio del PD è proprietario di tre fabbricati a L’Aquila ancora inagibili per il terremoto. Non hanno proprietà immobiliari Enrico Piccari, Morolli, Fonti e la Moretti: tutti hanno però veicoli e Fonti anche il 30% di una società. Tra i veicoli del consigliere del 5 Stelle spicca anche una Vespa del 1976.  Una Vespa l’ha anche l’assessore Sadegholvaad, ma di 30 anni più giovane.

 

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna