sabato 20 luglio 2019
menu
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 3 lug 2014 17:08 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Tre le abitazioni controllate, in via Giusti (zona Tripoli), via Gambalunga e via Baronzio (zona Pascoli), portando allo scoperto dei veri e propri dormitori: in alcuni c’erano addirittura 17 letti stipati in ogni angolo tra sporcizia, cibo, abiti, pentole, mazzi di rose, ombrelli e soprattutto merce contraffatta.

Sono stati controllati 34 cittadini del Bangladesh: otto sono stati foto-segnalati poiché non censiti in Banca Dati e due deferiti in stato di libertà poiché inottemperanti a precedente ordine di espulsione.
L’ingente quantità di materiale sequestrato è risultato in molti casi contraffatto e non rispondente ai requisiti stabiliti dalla normativa europea.
Al termine degli accertamenti sono state contestate 13 sanzioni amministrative in relazione all’ordinanza del Comune di Rimini per la prevenzione delle condizioni di sovraffollamento abitativo, per un totale di 1.050 euro. e si è provveduto a segnalare, nel rispetto delle linee guida predisposte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica i proprietari, tutti italiani e di Rimini, all’Ufficio delle Entrate e alla Guardia di Finanza per le irregolarità dei rispettivi contratti di locazione.
In un caso è emerso che i cittadini stranieri locatari hanno dichiarato come pagassero in nero un affitto mensile tre volte superiore a quello previsto dal contratto, consistente in un mera scrittura privata e su cui i militari dell’Arma stanno compiendo ulteriori verifiche. Gli affitti arrivavano a 1.500 euro al mese.

Notizie correlate
Una questione delicata

Legge o coscienza?

di Andrea Turchini   
di Icaro Sport   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna