Indietro
menu
Regione

Trc, il 5Stelle: 'Il Cipe aveva detto che dirottare i fondi si può'

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 ott 2012 15:19 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Favia chiede che la Regione riconsideri il proprio impegno economico a favore dell’opera. Di aperture del Cipe si era parlato più di un anno fa a Riccione.
“Un consigliere comunale di Riccione ha avuto un colloquio presso il Cipe e ha avuto conferma diretta che è possibile dirottare i fondi destinati al Trc su altre opere una ipotesi confermata dai casi di Parma e Bologna” scrive Favia alla Giunta regionale. Il consigliere riccionese in questione è Renata Tosi della Lista civica, che aveva già dato notizia di un contatto avvenuto con un funzionario del Cipe nell’estate 2011.

Favia ribadisce il punto di vista del Cinque Stelle sull’opera, ovvero il fatto che la metropolitana di superficie è “un’opera esageratamente dispendiosa, non condivisa, non voluta dai cittadini e strategicamente inutile”. L’impegno economico, che per il consigliere la Regione dovrebbe riconsiderare, ammonta a due accordi, il primo da 7.746.850 euro e il successivo da 4.578.122 euro. Favia chiede alla Regione anche di “esercitare la propria azione presso la Conferenza Stato-Regioni perchè i fondi destinati al Trc vengano indirizzati diversamente, per opere e azioni comunque legate alla mobilità.

Notizie correlate