mercoledì 23 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
ven 21 set 2012 19:14 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Gli insegnati precari della provincia di Rimini hanno protestato oggi davanti alla prefettura contro il nuovo concorso nella scuola che il ministro Profumo si prepara a varare. Un concorso che, per la Flc Cgil, è una beffa fatta con soldi pubblici. “E’ un concorso a nostro avvisi completamente inutile – spiega ad Icaro Tv il segretario provinciale Salvatore Barbiericosterà circa 150milioni di euro e rischierà di mettere fuori dalla scuola docenti che ci lavorano già da dieci anni, facendo entrare invece persone che la scuola non l’hanno mai vista”
La partecipazione al concorso si prevede pari a oltre 200mila persone, a fronte di 12mila posti disponibili spalmati in tre anni. E non servirà, secondo la Cgil, a rinnovare il parco docenti. “Il concorso – dice Barbieri – è aperto al personale abilitato e a chi ha lauree del vecchio ordinamento. Quindi parliamo di quasi quarantenni.”
Difficile fare stime su quanti potrebbero essere i candidati in provincia: sicuramente gli oltre mille insegnati in graduatoria a cui va aggiunto chi ha i titoli richiesti anche se ora fa altro.

Per il sindacato la priorità sarebbe invece un piano di assunzioni che partisse proprio dalle graduatorie in esaurimento e da chi già insegna da anni.

Newsrimini.it

Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna