mercoledì 23 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
gio 19 lug 2012 15:38 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Resta complesso il dialogo tra il comune di Rimini e l’Agenzia del Demanio. Due le questioni in campo: da un lato la riqualificazione dei lungomare del quale proprio il demanio è proprietario ricevendo un canone annuale dal comune per l’utilizzo e dall’altro la richiesta dell’amministrazione di ottenere in locazione l’area antistante l’Hotel Wladorf di proprietà statale e ormai in completo abbandono. Tema, il primo, oggetto anche di una lettera inviata dal comune al ministro Gnudi per sbloccare la situazione e ottenere la disponibilità delle aree (vedi notizia. Dall’agenzia del demanio però ancora nessuna apertura anzi alle ultime sollecitazioni telefoniche da parte dell’amministrazione la risposta è stata che il funzionario che si occupa della questione è in ferie. Parole che hanno portato il sindaco Gnassi e l’assessore Brasini ad una dichiarazione congiunta dai toni accesi. “Nel Paese della spending review, dei tagli a tutto e a tutti, dal sociale agli ospedali, delle parole d’ordine ‘sprechi’, ‘sobrietà’ rivolte sempre, comunque e ancora agli Enti locali – si legge – dovrebbe capeggiare lo slogan ‘E’ in ferie’. Vale per un funzionario del Demanio e vale più in generale per uno Stato che non sa diventare adulto e preferisce baloccarsi piuttosto che affrontare i problemi che davvero schiacciano al suolo ogni speranza.”
“Malgrado questo – prosegue la nota – continueremo ad alzare il telefono per chiedere lumi, a Roma come a Bologna. Sai mai che queste ‘ferie’ finiscano…”

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna