martedì 22 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mer 4 lug 2012 17:09 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le zone più colpite sono il comune di San Leo (frazione Piega), Novafeltria (sul lungofiume) e in modo marginale anche Maiolo.
Dopo un apposita verifica, effettuata su segnalazione del sindaco di San Leo, e alla presenza di un esperto entomologo, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’AUSL ha potuto verificare che si tratta di un piccolo coleottero non portatore di alcuna patologia cper l’uomo o gli animali.

Gli operatori stanno ancora cercando di verificare il luogo primario della proliferazione dell’insetto, favorita presumibilmente da caldo e umidità, che comunque non rimane in vita a lungo.

Per l’Ausl é verosimile che la sua presenza in quantità superiore rispetto al normale cessi in tempi brevi.

Altre notizie
al servizio di quattro comuni

Inaugurato il nuovo sportello Hera

di Redazione
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna