Il Santarcangelo sconfitto in amichevole dal Cesena (1-3)

CalcioSantarcangelo Sport

29 luglio 2012, 08:56

Il Santarcangelo sconfitto in amichevole dal Cesena (1-3)

Buon test per il Satarcangelo che per i primi 45’ minuti si è dimostrata una formazione ostica per il più quotato Cesena.

Il Tabellino del Match
Santarcangelo (4-3-1-2): Ruffato (31’ s.t Pazzini); Fabbri, G. Rossi (31’ s.t Musi), Cola (31’ s.t Campana), Locatelli (31’ s.t Beccaro); Baldinini (1’ s.t Camara), P. Rossi (1’ s.t Saporetti), Zavalloni (1’ s.t Bazzi) , Beatrizzotti (1’ s.t Lodovisi); Graziani (1’ s.t Camara G.), Canini (17’ s.t Soumah). All.: Masolini.

Cesena (4-4-2): Ravaglia (1’ s.t Belardi); Tabanelli (1’ s.t Arrigoni), Favalli (1’ s.t Tonucci), Benalouane (1’ s.t Caldirola – 40’ s.t Rodriguez), Brandao (1’ s.t Djokovic); Gessa (1’ s.t Defael), Iori (23’ s.t Martinelli), D’Alessandro (1’ s.t Mezacolli), Parfait (1’ s.t Turchetta); Lapadula (1’ s.t Cori) , Malonga (1’ s.t Graffiedi). All.: Campedelli.

Arbitro: Ceccarelli di Rimini
Assistenti: Villa e Iorizzo di Rimini

Marcatori: 32’ D’Alessandro (C), 45’ rig. Beatrizzotti (S); 57’ rig. Iori (C); 70’ Arrigoni (C).

Recupero e angoli: 1’ p.t e 0’ s.t. Angoli 1-8

La cronaca
Nella prima amichevole stagionale il Santarcangelo si regala al “Mazzola” il Cesena (formazione di serie B).
La partita viene giocata davanti ad un pubblico numeroso. Sono quasi mille i presenti giunti al “Mazzola”. Il gran caldo la fa da padrone. Nei primi minuti di gioco le squadre tentano di farsi del male colpendo da lontano. Paolo Rossi apre le danze al sesto con un tiro che si spegne sul fondo. Due minuti più tardi Tabanelli imita il centrocampista clementino con un rasoterra insidioso terminato a lato. Al 17’ il Cesena insidia la porta difesa da Ruffato con Brandao che da buona posizione colpisce malamente il pallone calciandolo sull’esterno della rete. Il Santarcangelo prende coraggio e al 21’ si porta al tiro con Beatrizzotti. La conclusione del trequartista è lenta e prevedibile. Al 30’ la band di Campedelli fa le prove del goal: sul cross dalla destra di Gessa, Malonga batte a rete con Cola che salva alla disperata. Un minuto dopo il Cesena passa. D’Alessandro riceve palla dal limite, si accentra e batte Ruffato con un diagonale preciso con la sfera che s’infila alla destra di quest’ultimo. Al 36’ Brandao viene lasciato colpevolmente solo all’interno dell’area di rigore, ma il brasiliano sceglie la soluzione di forza calciando fuori. La fine della prima frazione di gioco è da cardiopalma: al 44’ Tabanelli chiama alla respinta a pugni uniti Ruffato, sul capovolgimento d fronte Graziani viene steso dal portiere Ravaglia. Per Ceccarelli di Rimini è calcio di rigore. Beatrizzotti dal dischetto spiazza Ravaglia. Il primo tempo si conclude sull’uno ad uno.

Nella ripresa il Cesena (in versione due) parte cambiando dieci giocatori sugli undici (Iori unica eccezione) di partenza. La differenza la fanno proprio le new entry. Al 4’ Cori di testa colpisce la traversa. Al settimo Lodovisi stende in area di rigore Defael, per il direttore di gara non ci sono dubbi, si tratta di calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Iori che spiazza Ravaglia infilando il pallone alla sua sinistra. Al 18’ i bianconeri si rendono nuovamente pericolosi con Defael che serve al centro dell’area di rigore il pallone del tre a uno a Graffiedi, ma l’ex Gubbio al momento della battuta si mostra poco lucido tirando addosso a Ruffato. Sempre Graffiedi al 23’ mette nuovamente alla prova i riflessi di Ruffato che questa volta respinge di piede. Trascorrono appena sessanta secondi e Arrigoni con un bolide da 25 metri trafigge Ruffato con un diagonale preciso e angolato. La partita finisce qui con il finale dedicato alle numerose sostituzioni effettuate dai due tecnici.

Dagli spogliatoi
Masolini: “nel primo tempo abbiamo tenuto bene anche se abbiamo grosse responsabilità sul primo goal subito. D’Alessandro ha fatto un gol che difficilmente si può vedere nella nostra categoria. Posso dichiararmi soddisfatto visto i soli cinque giorni di lavoro alle spalle. Chiaramente nella ripresa si è visto il divario tra le due squadre previa dei numerosi cambi.
Mi ha soddisfatto molto Beatrizzotti dal punto qualitativo lo conoscevo già ma fisicamente non credevo che rispondesse così bene. Sono felice anche per la prestazione di Cola, dato che lo scorso anno ha collezionato solo 9 gettoni in quanto a presenze. Per ultimo mi è piaciuto molto il portiere Ruffatto. Se posso dare un consiglio per gli acquisti sicuramente dico Pazzini. E’ un giocatore che non farà parte della nostra rosa perché abbiamo scelto di puntare su un giovane come terzo”.

Daniele Manuelli
addetto stampa Santarcangelo Calcio

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454