mercoledì 23 gennaio 2019
di    
lettura: 1 minuto
mer 30 mag 2012 16:20 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

I militari li hanno rintracciati davanti all’appartamento dell’ultimo piano e hanno contattato la società telefonica accertando che si trattava effettivamente di promotori. I due giovani, ventenni di Pesaro e Trapani, hanno però negato di avere usato la scusa di verifiche post terremoto. I Carabinieri li hanno comunque ammoniti a non speculare su tragedie come il terremoto.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna