mercoledì 12 dicembre 2018
In foto: Aumentano di 70mila euro le risorse che il comune destina al sostegno dell'handicap nei centri estivi comunali e del privato sociale.
di    
lettura: 1 minuto
mar 7 giu 2011 13:25 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 8
Print Friendly, PDF & Email

A fronte di un aumento del 40% dei bambini con problemi tra gli zero e i tre anni e del 15% nella fascia tra sei e sedici anni il sindaco Andrea Gnassi ha dato disposizione ai responsabili dei servizi educativi di mobilitare ulteriori risorse per potenziare il personale educativo. “Se i patti di stabilità e i tagli governativi – commenta il neo sindaco – non permettono di realizzare le opere infrastrutturali o più semplicemente fanno chiudere un piccolo asilo gli Enti locali possono e devono agire a tutti i livelli affinché ciò non avvenga”. “Il Comune di Rimini sceglie oggi responsabilmente di non interrompere o di non lasciare a metà tale sostegno, indispensabile per centinaia di famiglie nella nostra città. E lo fa consapevole che l’investimento nei confronti della qualità sociale è un investimento su una comunità che ha radici, si riconosce nei capisaldi dell’eduzione, ha voglia di partecipare e desiderio di non restare esclusa. C’è una sede politica, ci sono rappresentanze nazionali delegate, ma ci sono anche gli sforzi economici che si possono fare, pur alle prese con una situazione finanziaria complessa per Regioni, Province e Comuni, per surrogare uno Stato assente”.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Rimini Rimini Social

Una mostra blu, blu, blu

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO