sabato 15 dicembre 2018
In foto: La cooperativa Cento Fiori ha festeggiato i 30 anni di attività con il seminario "Dalle droghe alle dipendenze patologiche", che si è svolto oggi pomeriggio nella sede della Provincia in Corso d'Augusto. Un'occasione per fare il punto sulla situazione delle dipendenze nel nostro territorio.
di    
lettura: 1 minuto
lun 13 giu 2011 18:40 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 11
Print Friendly, PDF & Email

30 anni di lotta alla droga, 30 anni a fianco dei ragazzi, delle loro famiglie, e anche delle istituzioni. La cooperativa Cento Fiori è nata nel 1981 dall’impegno di volontari, genitori e operatori sanitari che volevano fronteggiare la diffusione dell’eroina a Rimini.

Oggi la cooperativa ha una cinquantina di dipendenti, tra cui 28 soci, e ha in carico 40 persone nella comunità di Vallecchio, 15 al centro diurno e altre 15 negli appartamenti.

In questi 30 anni i servizi offerti dalla cooperativa si sono evoluti per rispondere anche ad altri tipi di problemi, come i disturbi alimentari.

Ma è cambiata anche la situazione delle dipendenze. “Oggi le sostanze più utilizzate sono quelle legali” ci ha spiegato la direttrice dell’U.O: Dipendenze Patologiche dell’Ausl di Rimini, Daniela Casalboni, che ogni anno attraverso il Sert segue circa 2.500 persone.
La dipendenza principale è quella da alcool, assunto in grandi quantità nel fine settimana magari combinato ad altre sostanze. Poi viene la cocaina. L’eroina rappresenta solo una parte minoritaria delle dipendenze, anche se il disagio che provoca è il più marcato.
Un’altra tendenza in atto è l’abbassamento dell’età media del primo contatto con le sostanze, e l’aumento del poliabuso.

(Newsrimini.it)

Altre notizie
di Andrea Polazzi
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna