sabato 15 dicembre 2018
In foto: Il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, ringrazia chi a vario titolo ha contribuito all'organizzazione e allo svolgimento della visita del Papa a San Marino e Pennabilli, sottolineando alcune parole pronunciate dal Santo Padre:
di    
lettura: 1 minuto
lun 20 giu 2011 16:14 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 10
Print Friendly, PDF & Email

a partire dall’indicazione di non cedere alle tentazione e alle scorciatoie dell’arricchimento materiale ma di ripartire dai valori e dalla speranza.

L’intervento di Stefsno Vitali:

Credo sia molto di più che un dovere il ringraziare tutte le persone che, a vario titolo, hanno contributo alla concretizzazione della storica visita del Santo Padre nella terra di San Marino e Rimini. Migliaia di donne e uomini delle forze dell’ordine, del volontariato, dell’associazionismo, delle istituzioni, singoli cittadini, giovani e anziani che con il loro lavoro hanno permesso la riuscita della giornata di ieri, unica e indimenticabile per il messaggio che ci lascia.
Benedetto XVI ha pronunciato parole forti e indicato una precisa direzione di marcia, anche come società locale: respingere le tentazioni e le scorciatoie dell’arricchimento materiale e ripartire dai valori e dalla speranza per ricostruire dalla crisi economica, che sta toccando drammaticamente San Marino; affrontare il problema del lavoro per i giovani specie nell’entroterra come priorità indiscutibile in ogni agenda politica, soprattutto perché esso si riverbera sulla capacità del territorio di non disperdere in giro per il mondo il suo patrimonio di idee, capacità, relazioni.
Ieri Marco, tra i tanti, è stato portavoce dei giovani presso il Papa. Benedetto XVI lo ha accolto con parole di fede, forza, coraggio, da adesso in poi vedranno lo stesso Marco e le migliaia di ragazzi ieri a San Marino e Pennabilli come testimoni di una responsabilità nuova, nella vita e nella professione.
Non c’è tempo più adatto di questo per rimarcare la necessità della responsabilità, dell’andare oltre alle convenienze e al fatalismo. Necessità che non può essere delegata ma assunta in proprio. Il Santo Padre lo ha fatto. E di questo lo dobbiamo ringraziare.

(foto Masi)

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna