venerdì 14 dicembre 2018
In foto: Niente fasi di studio o soggezione da debutto. Il Movimento 5 Stelle stronca il nuovo Consiglio Comunale già dalla prima seduta. Dopo aver "fatto i conti" in casa Piva, il Movimento afferma: la presidenza andava affidata a Gioenzo Renzi.
di    
lettura: 1 minuto
mar 21 giu 2011 19:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 6
Print Friendly, PDF & Email

Eleggere Donatella Turci presidente del suddetto consiglio é stato il più grossolano degli errori, come espresso giustamente dal consigliere Camporesi, non solo per una questione di doppio stipendio in famiglia, ma anche per la situazione economica del Bel Paese – si legge in una nota –
A buon diritto sarebbe stato più giusto eleggere Gioenzo Renzi, per dare un senso ed una risposta democratica ai 34.000 cittadini che han
scelto di alzarsi la mattina ed andare a votare il candidato del centro destra. I numeri ci dicono che Gnassi ha vinto con 39.000 voti circa,
cioè circa un terzo dell’elettorato avente diritto. La presidenza del consiglio a Renzi – prosegue la nota – era un atto dovuto per rispetto ai 34 mila cittadini che hanno partecipato alla vita politica della città legittimandola, era giusto riconoscergli una rappresentanza “speciale” in consiglio che
non avrebbe inciso sui rapporti di forza ma avrebbe avuto un alto valore del rispetto della volontà popolare nel suo insieme concepita.
Ma quanti ne mancano all’appello? Oltre 40.000, i veri vincitori di queste elezioni, lo vogliamo sottolineare ed il MoVimento 5 Stelle nei
prossimi 5 anni cercherà di rivolgersi anche a questi delusi della politica nostrana”.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Andrea Polazzi
VIDEO
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna