sabato 15 dicembre 2018
In foto: La partita tra La Foresta Rieti e Ibr/Angels è stata interrotta per due volte a causa di un black out elettrico occorso al PalaVignola di Caserta. Oggi pomeriggio match decisivo con Desio.
di    
lettura: 2 minuti
mar 28 giu 2011 08:55 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 13
Print Friendly, PDF & Email

Al primo black out si era ancora nel primo tempo e il vantaggio Ibr è stato ribaltato alla ripresa delle ostilità -si legge in una nota-.

Nel secondo caso il buio è arrivato negli ultimi due minuti del terzo periodo, ancora con i nostri in vantaggio (+4), con lo stop che è durato oltre un quarto d’ora. Peccato poi che nel finale i reatini siano riusciti ad avere la meglio e ora, nel big match in programma oggi, martedì 28 giugno, alle ore 16.30 a Caserta, l’Ibr Angels per arrivare seconda e passare il turno dovrà battere Desio con uno scarto di almeno 10 punti.

La gara parte col lay-up a due secondi dalla palla a due di Salari, l’uomo più pericoloso dei laziali e anche quello sul quale i biancorossi hanno montato una guardia splendida per tutta la partita. Ancora Salari mette il +7 al 5’ (14-7), ma l’Ibr c’è e con un libero di Amati pareggia al 9’ (14-14). Il primo vantaggio romagnolo arriva su una tripla di un ottimo Fusco (17-19 al 13’), poi Rieti mette insieme un parziale che porta il primo vantaggio significativo del match (26-19 al 16’). I ragazzi di Lombardini non hanno nessuna intenzione di mollare, con grinta e determinazione stanno nei giochi, limitano le palle perse e le forzature e arrivano a contatto prima della pausa di metà partita (Bonvicini anima del parziale, Amati mette il 26-26 al 20’).

Nella ripresa è battaglia, Amati va con la tripla del vantaggio al 22’ (28-31) e coi liberi di Fusco si arriva anche al +7 al 24’ (28-35). Tanti contatti e tanti viaggi in lunetta, col margine di vantaggio che rimane per tutto il terzo parziale attorno ai 4-5 punti (37-42 al 30’). I romagnoli pagano la scarsa precisione ai liberi anche in avvio di quarto parziale (totale partita 11/30, Rieti ha tirato con 18/39) e vengono avvicinati sul gioco da tre punti di Salari al 33’ (43-44). Negli ultimi cinque minuti rientrano Dini e Bonvicini, ma la loro partita durerà poco, perché entrambi dovranno uscire nello spazio di un attimo per il rispettivo quinto fallo. Il libero di Marinelli a 3’16” dalla sirena vuol dire aggancio reatino sul 46-46, poi La Foresta entra negli ultimi due minuti con un vantaggio di tre punti, un margine che l’Ibr Angels ha avuto modo un paio di volte di ridurre ma che rimarrà inalterato. Nel finale poi gli avversari scappano definitivamente via e con gli ultimi due punti di Aguzzi a 30” dal gong, più il libero di Ippoliti, fissano il risultato sul 57-50. Buona prova, peccato per il risultato.

IL TABELLINO
LA FORESTA RIETI – IBR/ANGELS 57-50

LA FORESTA RIETI: Marinelli 1, Selli 4 (1/3), De Angelis 6 (2/6, 0/1), Ratti 3 (1/4), Annibaldi (0/1 da tre), Pace 4 (2/7), Courvoisier ne, Ippoliti 5 (1/2), Aguzzi 18 (4/6, 2/6), Ricci, Salari 16 (4/12, 1/10), Rosati ne. All.: Vio.

IBR/ANGELS: Fornaciari 4 (2/3), Verni, Barabesi, Biondi ne, Amati 17 (5/18, 1/4), Fusco 16 (2/6, 2/4), Bianchi, Casadei, Bonvicini 6 (3/7), Dini 5 (2/8), Rinaldi 2 (1/2), Pomes (0/2, 0/1). All.: Lombardini.

PARZIALI: 16-14, 26-26, 37-42.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna