venerdì 14 dicembre 2018
In foto: Questa sera alle 21 garauno sul diamante riminese. Da domani la serie si sposta in Emilia. Il manager dei neroarancio, Olenberger: "dobbiamo assolutamente vincere la serie".
di    
lettura: 3 minuti
gio 16 giu 2011 10:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
3 min 7
Print Friendly, PDF & Email

La ripresa del campionato, dopo una settimana di pausa, non poteva essere delle migliori, con la comoda tripletta rifilata al Godo che ha dimostrato come, se mai ce ne fosse stato bisogno, i Pirati abbiano tutta l’intenzione di giocarsi le proprie chance fino in fondo in questa regular season – si legge sul sito ufficiale dei neroarancio -. Da questa sera, però, la Telemarket dovrà dimenticare quanto fatto coi Knights e concentrarsi unicamente su un impegno che, seppur si tratti solamente della seconda giornata di ritorno, potrebbe dare indicazioni importanti sul futuro dei neroarancio. Avversario dei Pirati, infatti, sarà quel Cariparma che condivide proprio con i riminesi la terza piazza (14-10 il record di entrambe le squadre) ma che vanta un prezioso 2-1 negli scontri diretti. Risultato che obbliga la Telemarket ad andare a caccia di un solo obiettivo, come conferma Larry Olenberger: “Già, dobbiamo vincere la serie – afferma il manager neroarancio – ma del resto questo è ciò che dobbiamo fare da adesso fino al termine della stagione regolare. Soltanto in questa maniera, infatti, saremo certi di centrare i play off. Contro il Parma, però, non sarà affatto semplice strappare almeno due partite, perché quella ducale è un’ottima formazione, competitiva in tutti e tre i reparti. Ecco perché mi aspetto un trittico molto duro, nel quale dovremo essere bravi ad affrontare una gara per volta, senza guardarci né davanti né indietro”.

Il Cariparma ha rinunciato a Silva, il proprio pitcher straniero. Un vantaggio non indifferente per la Telemarket.
“Io non la metterei in questi termini – è sempre Olenberger a parlare –. Piuttosto direi che ora i parmigiani dispongono di un bull pen un po’ più corto, proprio come accaduto a noi quando abbiamo ‘tagliato’ Rehacek. Al di là di questo, però, non dobbiamo commettere l’errore di guardare alle sfortune altrui, bensì pensare soltanto a noi stessi e ad affrontare questo impegno come abbiamo sempre fatto fino ad ora, senza troppi calcoli”.

La serie contro i campioni d’Italia scatterà questa sera sul diamante riminese, con play ball alle 21 (dirigono le operazioni Giachi, Borselli e Cicconi). Da venerdì, invece, teatro della sfida sarà il ‘Cavalli’ di Parma, dove il trittico si concluderà poi sabato sera, sempre alle 20 (arbitri saranno Filippi, Borselli e Fabrin).

Sul monte, Olenberger confermerà la solita rotazione, con Ruzic di scena in garauno presumibilmente contro Grifantini (4-1 il record con 1.49 di pgl per l’italo-americano), Marquez impegnato venerdì contro Burlea (5-2 e 1.60) e Patrone a concludere le ostilità sabato opposto a Corradini (4-1 e 2.72). Novità, al contrario, per quanto riguarda il diamante, con Nelson schierato all’interbase nella prima sfida e Chaves a restare nel dug out.
“Come sempre, si tratta di una scelta molto dolorosa – confessa il manager neroarancio – e che non dipende da motivazioni particolari. Semplicemente ho deciso di fare ruotare un po’ i due giocatori visto che nelle ultime occasioni era toccato a Nelson restare giù. E all’apporto di Phelps, sia in difesa che nel box, non posso rinunciare”.

In campo esterno, infine, la linea sarà composta da Santolupo, Crociati e Chiarini, con Tanesini sempre pronto a subentrare.

A livello di squadra, la Telemarket la spunta sul Cariparma sia in attacco (279 di media battuta contro 264) che in difesa (26 errori commessi contro 34). I ducali, invece, si sono comportati finora meglio sul monte, con 2.68 punti mediamente concessi contro i 34 dei Pirati.

La conclusione di Olenberger è dedicata al derby vincente contro il Godo: “Abbiamo fatto quello che ci si aspetta da noi, ovvero giocare bene in ogni reparto. E quando questa squadra dà il meglio in attacco, sul monte e in difesa, diventa molto più semplice ottenere i risultati sperati. I Knights sono migliorati rispetto all’andata e non si è trattato di una tripletta così scontata, soprattutto in garauno”.

(nella foto, Larry Olenberger)

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
le proposte di Bimbiarimini

Le proposte di Bimbiarimini

di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO