giovedì 21 marzo 2019
In foto: Il Consiglio provinciale ha approvato ieri gli Indirizzi triennali per l’attuazione delle politiche dell’Istruzione Formazione e Lavoro.
di    
lettura: 2 minuti
mer 15 giu 2011 17:20 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Le risorse utilizzabili ammontano a circa 11milioni di euro (6 provenienti dal Fondo Sociale Europeo) e saranno utilizzate per il miglioramento delle prospettive occupazionali dei lavoratori e per la competitività delle imprese. Proseguiranno anche gli interventi per l’inserimento e il reinserimento lavorativo.

La nota stampa

Il Consiglio provinciale ha approvato ieri all’unanimità gli Indirizzi per l’attuazione delle politiche dell’Istruzione Formazione e Lavoro 2011/2013.

Gli indirizzi rappresentano il documento strategico contenente le scelte in materia di istruzione, formazione e lavoro. A partire dall’Accordo triennale che la Provincia ha stretto con la Regione Emilia-Romagna, essi sono il risultato di un’ampia opera di consultazione e concertazione che ha coinvolto la Giunta e il Consiglio provinciale, le forze sociali ed economiche del territorio in un clima di collaborazione.

Obiettivo di tutti è uscire più forti dalla crisi andando sempre più nella direzione di un’economia intelligente, sostenibile ed inclusiva, caratterizzata da alti livelli di occupazione, produttività e coesione sociale. Al contempo ci si propone di massimizzare l’efficacia dell’intervento pubblico e privato, in una logica di responsabilità sociale verso il contesto di grave crisi in cui si inserisce la presente programmazione.

Ammontano a circa 11 milioni di euro (di cui oltre 6 milioni di euro provenienti dal Fondo Sociale Europeo) le risorse che la Provincia di Rimini potrà utilizzare per le politiche pubbliche del lavoro, della formazione e dell’istruzione nel triennio 2011 – 2013.

La Provincia di Rimini continuerà a promuovere tutte quelle azioni volte al miglioramento qualitativo e quantitativo delle prospettive occupazionali e professionali dei lavoratori, potenziando l’investimento sulle competenze, nonché le attività volte al miglioramento del profilo competitivo delle imprese, anche per rispondere a bisogni nuovi ed emergenti che la crisi economica ha prodotto.

Continuerà, inoltre, a promuovere tutti quegli interventi per l’inserimento e il reinserimento lavorativo qualificato dei giovani e degli adulti e ad attivare specifiche azioni per l’inserimento lavorativo ed il sostegno alla permanenza al lavoro delle persone con disabilità e delle persone a rischio di esclusione.

(nella foto l’assessore alle politiche del lavoro, Meris Soldati)

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione
di Gianluca Angelini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna