giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Il ritrovato accordo nella Fondazione Carim è un bel segnale dopo i conflitti degli ultimi mesi. La nostra è un'attesa costruttiva. A dirlo Ravaioli, Vitali e Maggioli dopo l'elezione a presidente di Massimo Pasquinelli con 3 schede bianche lasciate proprio da comune, provincia e camera di commercio.
di    
lettura: 2 minuti
mer 6 apr 2011 08:29 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Dichiarazione congiunta del Presidente della Camera di Commercio di Rimini, Manlio Maggioli, del Sindaco di Rimini, Alberto Ravaioli e del Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali:

“E’ certamente un bel segnale per il territorio riminese il ritrovato accordo della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini dopo le tempeste e la fase fortemente conflittuale snodatesi lungo l’ultimo anno.

L’unità d’intenti nel nome della responsabilità di fronte a un periodo molto difficile per il sistema bancario riminese (specie la Cassa di Risparmio di Rimini) e per l’intero tessuto socioeconomico locale è il più efficace degli obiettivi programmatici per un Cda che nei prossimi cinque dunque ha davanti un compito semplice e difficile allo stesso tempo. Semplice perché il fine ultimo è quello e quello solo- il risanamento e il rilancio attraverso un progetto inclusivo e non escludente- senza dispersioni, cambi di programma, variazioni. Difficile perché mai come adesso servono davvero buone pratiche, che sono pratiche nuove in quest’ambito.

Innanzitutto vanno apprezzate le parole del Presidente Pasquinelli e del Vice Presidente Vernocchi circa la necessità di far uscire la Fondazione dalle secche dell’autoreferenzialità per approdare a un’apertura piena e convinta che affermi il valore centrale e strategico dell’Istituto nelle sorti del futuro di questo territorio. In tal senso l’invito al clima sereno e costruttivo venuto da Presidente e Vice Presidente va sottoscritto in pieno e con convinzione, fermo restando che oggi la posizione più equa e garantista per le Istituzioni pubbliche e economiche riminesi sia quella della ‘attesa costruttiva’.

C’è tutta la volontà da parte nostra di dare il massimo sostegno e il totale contributo al rilancio della Fondazione, ma- anche in considerazione della ultradecennale logica dei ‘blocchi contrapposti’ che ha portato al grave empasse degli ultimi mesi- restiamo in attesa degli atti concreti che sostanzino le priorità, anche da noi condivise. E’ un atto di fiducia ‘post datata’ che diventerà sicuramente fiducia a tutti gli effetti in tempi rapidi, a tutela del territorio, della collettività, del bene comune e uscendo dal giochetto stucchevole del ‘chi sta con chi’ e delle’cambiali in bianco’. “

(nella foto Massimo Pasquinelli)

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Le proposte di Bimbiarimini

Le proposte di Bimbiarimini

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna