domenica 17 febbraio 2019
In foto: Alle dichiarazioni critiche del presidente di Oasi Confartigianato, Giorgio Mussoni, in merito alla nuova ordinanza baalneare, risponde subito l'AMministrazione comunale.
di    
lettura: 1 minuto
mar 19 apr 2011 17:12 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il libero transito è un’opportunità importante per un’offerta balneare di qualità, spiega l’Amministrazione che ricorda come la spiaggia sia patrimonio della collettività e non degli operatori balneari.

“Siamo contrari alle affermazioni riportate da Mussoni che vorrebbe contenere l’ampiezza dello spazio di libero transito in riva al mare per bagnanti e turisti ad una larghezza inferiore ai venti metri previsti dall’ordinanza e dal Piano spiaggia.
Questa Amministrazione ribadisce che nella città turistica e balneare di Rimini deve essere lasciata la possibilità al libero transito per chi vive la spiaggia in riva al mare. Una funzione questa che rappresenta una delle attività più gradite ai turisti a garanzia di un’offerta balneare di qualità.
L’Amministrazione comunale ritiene infatti che la spiaggia non sia di proprietà degli operatori ma un bene pubblico permanentemente fruibile nell’interesse di tutti i cittadini e ospiti della città.”

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna