Calcio. Neri: ‘Entro due settimane il presidente Pretelli parlerà del futuro’

Rimini Sport

16 aprile 2011, 16:03

in foto: Lo ha annunciato il tecnico del Real Rimini, Maurizio Neri, alla vigilia della trasferta dei biancorossi a Recanati.

Avrebbe preferito poter schierare più giovani Maurizio Neri per questo terzultimo impegno di campionato.
“Domani ne giocheranno di meno rispetto a domenica scorsa – esordisce -. Recuperiamo qualche giocatore. Mi dispiace per Doria, colpito dal virus influenzale. Spero recuperi almeno per andare in panchina perché si stava comportando bene.
Ritroviamo Verì, Procopio e Pica, che rientra dalla squalifica. Giovanni Serao è invece fuori per squalifica, così come non avrò a disposizione gli altri infortunati già assenti domenica scorsa. La situazione è ancora di emergenza, ma ci passiamo sopra”.

Il Real potrebbe ottenere i tre punti del reclamo con l’Atessa, ma Neri non crede più in una comunque difficile rimonta play off.
“Il reclamo è ancora vivo. Io però sono abbastanza realista e credo che dopo la prestazione di domenica scorsa con il Bojano dobbiamo mettere nel cassetto i sogni di play off. Questo non vuol dire finire senza motivazioni. Domenica scorsa abbiamo perso anche un po’ la faccia, con tutto il rispetto per il Bojano. Spero non vadano ancora a vuoto le mie parole. Non guardo la classifica, ma la maglia dobbiamo onorarla”.

Chi vincerà il campionato tra Santarcangelo e Rimini? Proprio mentre viene posta a Neri questa domanda spunta dagli spogliatoi Luca D’Angelo per il suo prepartita (entrambi si svolgono al “Romeo Neri”).
“Cosa devo dire, Luca?”
“Rimini” risponde il tecnico dell’AC Rimini.
“Allora dico Rimini. Credo che il ricorso della società biancorossa sia determinante. Penso infatti che entrambe difficilmente perderanno punti da qui alla fine. Avevo detto in tempi non sospetti che il Santarcangelo avrebbe vinto il campionato, all’epoca era terzo in classifica, ma dopo quello che è successo faccio il tifo più per Luca, che è un mio ex compagno di squadra”.

Neri snocciola la formazione anti Recanatese.
“Pica e Granito coppia d’attacco. Sono curioso di vederli all’opera. Alle loro spalle uno tra Casolla e Palazzo, con il primo che ha già giocato in quel ruolo ed è quindi favorito. Centrocampo a tre con Procopio, Piccolo e Renzi. In difesa unico dubbio tra Savelli e Cenciarini. In porta rientra Verì”.

Quale sarà il futuro del Real Rimini?
“Il presidente Pretelli mi ha detto che entro una o due settimane sapremo tutto”.

C’è un rammarico in questa stagione?
“Quando sono tornato avrei dovuto far cedere cinque giocatori. Non l’ho fatto e ho sbagliato”.

Prima di chiudere la conferenza stampa, Neri vuol fare un augurio speciale.
“In bocca al lupo al babbo di Massimo Andreatini, che è caduto ed è in ospedale”.

(nella foto di Nicola Serafini, Maurizio Neri)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454