lunedì 21 ottobre 2019
menu
Icaro Sport

Nuoto. Campionati italiani: in chiaroscuro le prove delle riccionesi

In foto: "Se dovessi dare un voto alla squadra sarebbe un 7 abbondante" dice Luce Corsetti, tecnico del Nuoto Riccione.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 28 mar 2011 09:28 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Le prime tre giornate dei Campionati italiani giovanili di nuoto, dedicate alle ondine, non hanno portato particolari soddisfazioni sportive alla Polisportiva Comunale Riccione – si legge in una nota della PolCom -. Nella prima giornata, le prestazioni positive sono arrivate dai 50 stile anno 95, dove Ilenia Frisoni è arrivata undicesima confermando il suo tempo di 26”86 e dalla 4×200 stile Junior dove Giulia Raddi, Sharon Spimi, Ilenia Frisoni e Viola Maioli hanno migliorato il loro personale di ben 8”, chiudendo la prova con l’ottimo tempo di 8’36” che ha permesso loro di piazzarsi al tredicesimo posto.
Le Cadette, invece, non sono state all’altezza delle loro compagne più piccole e nella stessa 4×200 stile hanno fatto registrare il tempo (piuttosto mediocre) di 8’54”.
Sempre nel primo giorno di gare Sharon Spimi ha gareggiato nei 400 stile ritoccando il proprio personale di 1”. Tempo che le ha permesso di arrivare 14esima con il tempo di 4’31”02.
Nella seconda giornata, Alessia Borraccini Alessia, nei 100dorso è arrivata 19esima con il tempo di 1’08”40, suo personale. Brave le riccionesi nella 4×100 stile Junior e Cadette dove hanno espresso due ottime prestazioni sia le Junior che hanno chiuso la gara con il tempo di 4’01”89, sia le Cadette che con il quartetto composto da Sonia Sapignoli, Valentina Paci, Giorgia Oppioli e Manuela Marciano hanno riscattato la pessima prestazione del giorno
precedente battendo il nuovo record societario assoluto in 4’01”49.
Spimi ha gareggiato nei 400 misti e, con il tempo di 5’05”86 (nuovo record societario), si è piazzata undicesima. Dopo di lei è scesa in acqua Ilenia Frisoni nei 200 stile. Anche lei ha ritoccato il suo personale portandolo a 2’07”51, tempo però che non soddisfa appieno le aspettative dato che il giorno prima in staffetta aveva nuotato ben due secondi più veloce.
Nell’ultima giornata, la prima a scendere in acqua è stata la più piccola, Alessia Borraccini che nei 200 dorso si è piazzata ottava con il tempo di 2’25”36 migliorando il suo record di ben 2”, mentre la Frisoni nei 100 stile non è
riuscita a migliorare il suo personale di 58”70 e nella classifica generale a chiuso al 16° posto.
L’ultima “fatica” è toccata a Sharon Spimi negli 800 stile ma non è mai riuscita ad entrare in gara ed ha peggiorato notevolmente il suo personale, arrivando molto distante dalle prime.
“Con la chiusura di queste prime tre giornate di gare femminili se dovessi dare un voto alla squadra sarebbe un 7 abbondante – dice Luce Corsetti, tecnico del Nuoto Riccione -. Le note negative sono arrivate dalla 4×200 stile Cadette e da alcune gare nuotate dalle ragazze. Le nostre nuotatrici sono ancora indietro a livello caratteriale e non riescono mai a esprimere il meglio di se stesse, anche se tutte quante hanno più o meno migliorato i loro tempi.
Chiudo questi campionati femminili con un pizzico di insoddisfazione e con il pensiero che si poteva fare di più”.

(nella foto, Alessia Borraccini)

Notizie correlate
di Redazione   
di Roberto Bonfantini   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna