domenica 20 gennaio 2019
In foto: Lanciare l'alternativa vera alla sinistra, cercando di accaparrarsi i voti della Lega, mentre il Pdl è occupato a litigare. Toni da sfida quelli usati dal vicepresidente di Fli nel lanciare il suo candidato a sindaco per le amministrative.
di    
lettura: 2 minuti
ven 25 mar 2011 19:04 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Mentre la Lega non scioglie il nodo della sua corsa solitaria o in appoggio al Pdl al primo turno, continuano le presentazioni ufficiali dei candidati alle amministrative riminesi. Domani toccherà a Lombardi, per cui arriverà l’onorevole Fabrizio Cicchitto, e sarà anche la volta del candidato per la lista civica di area cattolica. Si tratta del medico oncologo Antonio Polselli. Questo pomeriggio invece è arrivato Italo Bocchino, il vicepresidente di Futuro e Libertà, per presentare il candidato sindaco di Fli, il consigliere comunale Pasquale Barone.
“E’ facile essere il nuovo centro destra con un Pdl come quello che c’è in Emilia Romagna. Che non riesce a trovare i candidati per la rissosità. La Lega ha capito che è vicina l’implosione del Pdl e si sta preparando per sbarcare anche in questo territorio”.

Anche a Ravenna Fli correrà con un proprio candidato, mentre a Bologna si presenterà con lista civica e terzo polo. Candidati in ogni caso scelti sul territorio e non dettati dalle gerarchie romane. Il riferimento è ancora una volta al Pdl, colpevole a Rimini soprattutto di aver creato una stagnazione politica in questi anni: chi doveva costruire l’alternanza, dice Bocchino, ha preferito guardare agli interessi del proprio orticello. Spiega Bocchino: “Futuro e Libertà a Rimini mette in campo una classe dirigente coesa e qualificata. Un candidato sindaco radicato sul territorio. Siamo così in condizioni di rappresentare quell’area moderata che rischia altrimenti di non trovare rappresentanza”.

“Rinaturalizzazione, riqualificazione e rinnovamento della classe dirigente della città”. Questi i tre imperativi che si pone il candidato a sindaco di Fli, il consigliere comunale Pasquale Barone. “Abbiamo bisogno, per esempio, di riscoprire i monumenti di Rimini, partendo dal teatro e dal ponte di Tiberio. Sul tema della rinaturalizzazione, abbiamo certamente bisogno di un parco al mare e senza project fianncing. Rimini non ha bisgno di essere stravolta, ma di essere riorganizzata. Questo è il concetto con cui presenteremo il nostro programma la prossima settimana. Con Fli c’è la lista civica Cuore per Rimini, il partito Liberale e altri movimenti”.

(NewsRimini.it)

Altre notizie
di Simona Mulazzani
FOTO
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna