Indietro
menu
Politica Rimini

Primarie PD. Arlotti raggiunge le 500 firme, parte la corsa a tre

In foto: Sono state 500 le firme raccolte da Tiziano Arlotti per partecipare alle primarie PD per la scelta del candidato sindaco di Rimini. Ampiamente raggiunto il quorum, Arlotti raggiunge Gnassi e Fabbri.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 15 nov 2010 16:55 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La nota di Tiziano Arlotti

All’indomani del termine per la raccolta delle firme fra gli iscritti del PD, vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto con 500 sottoscrizioni, e evidenziare l’importanza di questa prima fase di lavoro. Raccogliere le firme fra gli iscritti è stato un modo per ritrovarsi, per riprendere le fila di discorsi sempre vivi, per confrontarsi in maniera diretta, faccia a faccia. Direi che si è conclusa una prima fase molto soddisfacente.

Ora inizia l’impegno per presentarsi alle Primarie che rappresentano l’espressione più democratica del confronto e della relazione con i nostri elettori. E, per quanto mi riguarda, sarà un confronto e un approfondimento calato nel vivo delle questioni, con tutta la città, nelle sue molteplici espressioni: di zona, di associazioni, di anime. Sarà una fase in cui dirò di volta in volta quali sono gli aspetti su cui si sta definendo il programma della coalizione al quale apporterò il mio personale contributo di idee e di pensiero, ma soprattutto il mio contributo in termini di conoscenza diretta delle principali tematiche che attraversano la città e il dibattito sociale e politico.

Ribadisco che ciò che mi sta a cuore è contribuire alla vittoria, nella primavera del 2011, di una coalizione che si presenta per governare in un momento storico particolarmente difficile anche per la nostra comunità, e ritengo che il mio personale coinvolgimento possa essere utile a questo obiettivo.

Sono un uomo del ‘fare’ e non saprei come altrimenti definirmi se non attraverso il lavoro che mi ha sempre portato ad entrare nel vivo dei dibattiti da protagonista attivo, con impegno.

Gli anni come Segretario della CISL prima provinciale e poi regionale, gli anni da lavoratore frontaliero che mi hanno portato a fondare e ad essere leader di una associazione che si batte per l’abolizione della doppia imposizione fiscale, gli anni da assessore ai Lavori Pubblici nei quali in tempi ristrettissimi ho messo mano ai principali monumenti cittadini, realizzando interventi per il recupero del patrimonio storico riminese, è quanto basta sulla mia persona che, oltre al fare, ha a cuore la cultura, le tradizioni, le radici, con la convinzione che il fulcro di ogni esperienza e di ogni successo debba partire (o ripartire) da queste leve, nella direzione di una innovazione sostenibile.

In queste quattro settimane, ritengo che il compito di noi candidati sia principalmente quello di ridiffondere fiducia fra le persone, attraverso un pertinente approfondimento delle problematiche, delle criticità e delle esigenze sulle quali ogni cittadino merita risposte concrete. E la fiducia della gente parte dal grado di preparazione che chi si candida a ricoprire un simile, importante ruolo, saprà dimostrare, facendosene interprete, e carico, in prima persona.

Concludo con un ringraziamento alle donne e agli uomini del PD che compie oggi, con la candidatura di tre uomini con storie e percorsi originali quali siamo io, Andrea Gnassi e Ferdinando Fabbri, un passo reale verso una nuova fase della politica. (Tiziano Arlotti)

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione